Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Camera di commercio: "Popolazione immigrata attiva nell'economia locale"

“Sempre più imprenditori romeni, marocchini, albanesi e cinesi nella Tuscia”

Condividi la notizia:

Tuscia

Tuscia

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – In aumento le imprese straniere nella Tuscia. Raggiunge quota 7% il numero di imprenditori stranieri presenti nella provincia di Viterbo, per lo più originari di Romania, Marocco, Albania e Cina.
 
Con un aumento del 4,4% le imprese straniere presenti nella provincia di Viterbo confermano il loro trend di crescita, in linea con quanto avviene nel Lazio e nel resto d’Italia. È quanto emerge dalle rilevazioni di Unioncamere e Infocamere sulla base dei dati presenti nel registro imprese delle Camere di commercio, tra cui quella di Viterbo. Sono infatti 2mila 671 le imprese straniere registrate nella Tuscia al 31 dicembre 2018, rispetto al 2017 quando ammontavano a 2mila 558.

Pur mostrando ritmi di crescita inferiori rispetto al passato, aumenta la loro incidenza percentuale sul totale delle imprese registrate arrivata al 7%, indice di una popolazione immigrata sempre più attiva nello scenario economico locale, anche se inferiore alla media regionale (12%).

Quando si parla di “imprese straniere” s’intende l’insieme delle realtà imprenditoriali in cui la partecipazione di persone non nate in Italia risulta complessivamente superiore al 50% mediando le composizioni di quote di partecipazione e cariche attribuite.

Il settore in cui le imprese di stranieri sono maggiormente presenti in termini di incidenza percentuale è quello delle costruzioni  (704 imprese, il 14,5% di tutte le imprese iscritte), seguito dal commercio (936 imprese con incidenza dell’11,6%). Seguono il settore dei servizi alle imprese (6,9%), del turismo (5,7%) e i trasporti e spedizioni(4,6%).

Per quanto riguarda la forma giuridica in termini percentuali si registra la forte presenza di imprese individuali, oltre l’80%, mentre le società di capitali rappresentano il 14% e le società di persone appena il 5% circa.

Rispetto alle nazionalità occorre fare riferimento alle persone titolari di imprese individuali, in quanto per queste è possibile associare la nazionalità. È dalla Romania(603), dal Marocco (279), dall’Albania (113) e dalla Cina (87) che provengono le comunità più numerose di imprenditori immigrati. Per queste nazionalità esiste una specializzazione produttiva: la comunità imprenditoriale rumena e albanese è molto presente nel settore delle costruzioni e della ristorazione, mentre quella marocchina, cinese e senegalese opera nel settore del commercio.

Camera di commercio di Viterbo


Condividi la notizia:
7 aprile, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR