--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Automobile club Viterbo - Un mese di tempo per mettersi in regola - Dopo il 15 maggio si rischiano multe dai 422 ai 1.682 euro con il possibile ritiro della carta di circolazione

Termina l’obbligo delle gomme invernali, si torna a quelle estive

Condividi la notizia:

Lino Rocchi, direttore dell'Aci Viterbo

Lino Rocchi, direttore dell’Aci Viterbo

Un gommista

Un gommista

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – A partire da oggi 15 aprile, gli automobilisti avranno un mese di tempo per mettersi in regola. Chi non lo farà entro il 15 maggio, rischia multe che vanno dai 422 ai 1.682 euro, con il possibile ritiro della carta di circolazione

A partire da oggi, non sarà più necessario avere le gomme invernali, anzi, gli automobilisti hanno un mese a disposizione per sostituirle con quelle estive. Secondo l’articolo 6 del codice della strada (legge numero 120 del 29 luglio 2010), infatti, nei mesi più caldi non è obbligatorio possedere l’equipaggiamento invernale in auto, né le catene a bordo.

“Chi non dovesse effettuare il cambio degli pneumatici entro il 15 maggio 2019 – dichiara Lino Rocchi – direttore dell’Automobile club di Viterbo, rischia delle sanzioni amministrative che variano dai 422 ai 1.682 euro, con il possibile ritiro della carta di circolazione e l’obbligo di visita e prova presso la sede più vicina della motorizzazione civile. Non sarà sanzionato chi ha attrezzato la propria auto con un set di gomme quattro stagioni (contrassegnate dal simbolo M+S), il cui utilizzo è consentito per tutto l’anno dal codice della strada.

Ci sono validi motivi tecnici per utilizzare i pneumatici stagionai, infatti le gomme stagionali consentono di massimizzare la sicurezza stradale perché garantiscono la massima aderenza (anche in termini di spazi di frenata più ridotti) rispetto al clima.

Per raggiungere questo scopo vengono realizzate con materiali diversi. La mescola delle invernali, infatti, è più morbida perché il freddo tende a irrigidire le gomme. Inoltre, per contrastare l’asfalto viscido per la pioggia vengono realizzate delle scanalature più profonde e dei tagli lamellari fitti. Invece, gli pneumatici estivi sono costruiti con una mescola più dura per evitare che si rovinino a contatto con il manto bollente. In tutti i casi occorre ricordare che lo spessore del battistrada non può essere inferiore a quello fissato per legge: 1.6 millimetri.

Mettersi alla guida con pneumatici lisci, danneggiati, non omologati e/o montati maldestramente, costituisce un elemento di pericolosità ed un potenziale pericolo per la sicurezza stradale che va assolutamente evitato. E allora, visto che ci stiamo avvicinando ad un lungo ponte tra pasqua, pasquetta e il 25 aprile, guidate con la testa: cinture allacciate, rispetto dei limiti di velocità, luci accese anche di giorno e rispetto del codice della strada.

Automobile Club Viterbo


Condividi la notizia:
15 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR