--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Presentato il programma "Un desiderio di Irene", dall'idea dell'impiegata di Confartigianato scomparsa lo scorso gennaio - Donetti (Asl): "Queste iniziative rendono tutti più umani"

Tumore al seno, in piscina per superare il trauma dell’operazione

di Alessandro Castellani
Condividi la notizia:

Daniela Sonetti - Asl Viterbo

Daniela Donetti – Asl Viterbo

Raimondo Mastrangelo

Raimondo Mastrangelo – Un desiderio di Irene

Andrea De Simone - Confartigianato

Andrea De Simone – Confartigianato

Rodolfo Valentino - Ancos Confartigianato

Rodolfo Valentino – Ancos Confartigianato

Viterbo – “Un’iniziativa fondamentale per aiutare a vivere un momento, quello della malattia al seno, che colpisce la donna in tutte le sfere della sua personalità”.

La direttrice generale della Asl di Viterbo, Daniela Donetti, ha presentato così “Un desiderio di Irene”, il nuovo programma di attenzione psico-fisica in vasca per le donne operate di tumore al seno, organizzato in collaborazione con Confartigianato e Ancos Confartigianato di Viterbo, che prenderà il via lunedì 8 aprile alla piscina Mgm Pool.

L’iniziativa, presentata questa mattina alla Cittadella della salute, è intitolata alla memoria di un’impiegata di Confartigianato, scomparsa lo scorso gennaio a soli 38 anni a causa di un cancro alla mammella, che aveva lanciato l’idea di mettere in piedi un programma sportivo in piscina per le donne malate, senza però riuscire a vederla compiuta.

“Non è facile vivere certe situazioni e reagire in questo modo – ha aggiunto Donetti, rivolta al vedovo di Irene, Raimondo Mastrangelo -. La sua storia mi ha toccato profondamente e progetti come questi, che vedono l’unione di più associazioni, aiutano tutti noi a sentirci più umani”.

Mastrangelo, con la voce rotta dalle lacrime, ha dedicato poche parole alla sua amata. “Ho ancora difficoltà a parlare di Irene – ha detto -. Era una persona con una grande voglia di vivere, nonostante tutto. Provando la malattia in prima persona, si era resa conto di quanto fosse importante per una donna con quelle problematiche avere uno spazio dedicato in piscina”.

“Irene è stata una di quelle pazienti che lasciano il segno – ha aggiunto il direttore dell’unità di oncologia di Belcolle, Enrico Maria Ruggeri – una di quelle che insegnano a noi medici come si curano le persone. Già da un anno nel nostro ospedale sono state avviate della attività che aiutano a vivere l’esperienza della malattia in maniera più umana. Questo programma in piscina aiuterà le donne a superare la vergogna che alcune hanno di mostrarsi dopo quello che hanno subito”.

Rodolfo Valentino, referente di Ancos Confartigianato, ha raccontato di aver sentito da Irene l’idea dell’attività sportiva in piscina lo scorso ottobre. “Non abbiamo cercato gli sponsor – ha spiegato – erano le persone e le associazioni che venivano spontaneamente a chiederci cosa potevano fare per aiutarci. Grazie alla collaborazione di tutti, questo desiderio di Irene diventa realtà”.

Anche il segretario generale di Confartigianato, Andrea De Simone, ha voluto ricordare la figura dell’ideatrice del progetto: “una grande donna, che ha voluto essere presente in ufficio anche negli ultimi mesi, quando la malattia la colpiva in maniera più dura”.

Presenti per i saluti anche Donatella Salvatori dell’associazione Beatrice, Maria Neve dell’associazione Aman e Matilde Giannuzzi della piscina Mgm.

“Un desiderio di Irene” comincerà lunedì e andrà avanti per tre mesi, fino a luglio, con una seduta settimanale da un’ora ciascuna. Le pazienti avranno a disposizione l’intera struttura, compresi gli spogliatoi, in forma esclusiva e gratuita.

 


Condividi la notizia:
4 aprile, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR