--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Bocciato emendamento per stanziare 8mila euro agli esercenti in crisi per la chiusura della strada dopo il crollo

Via La Fontaine, ai commercianti solo disagi e niente agevolazioni

Condividi la notizia:

Viterbo - Lina Delle Monache

Viterbo – Lina Delle Monache

Viterbo – (g.f.) – Ai commercianti di via Cardinal La Fontaine niente agevolazioni, solo i disagi.

Il crollo al palazzo accanto alla chiesa del Gonfalone, con relativa chiusura della strada da fine dicembre, ha provocato disagi e perdite alle varie attività. Crollo degli incassi e grave sofferenza.

Per alleviarla, Lina delle Monache (Impegno comune) in discussione di bilancio ha proposto un emendamento, insieme ai colleghi Francesco Serra e Patrizia Frittelli (Viterbo dei cittadini). Obiettivo, stanziare ottomila euro da destinare ad agevolazioni fiscali per gli esercenti in zona.

Delle Monache si è spesa per far passare la proposta. Non sarebbe stato nemmeno un grande sforzo, la cifra non è impossibile. Eppure, non c’è stato niente da fare. Emendamento bocciato dalla maggioranza.

“Alcuni esercenti – ha provato a spiegare Novelli – hanno già minacciato la chiusura e lo spostamento in altre zone”. Da Natale si è arrivati a Pasqua.

“Gli operatori continuano a vivere una situazione di crisi che si protrae da quattro mesi e che sarà maggiore con l’inizio del periodo primaverile, le festività pasquali e l’intensificarsi dei flussi turistici”. Si va avanti così e senza incentivi.


Condividi la notizia:
18 aprile, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR