--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - Avevano 32 anni - A un mese dalla morte della donna si getta dall'ospedale dove era in cura

Fidanzata muore per tumore, si getta nel vuoto: “Ti sto raggiungendo”

Condividi la notizia:

Un'ambulanza

Un’ambulanzaambulanza 

Roma –  La fidanzata muore per un tumore, il compagno si toglie la vita un mese dopo. I due erano legati fin dall’adolescenza.

L’uomo, 32 anni, non ha retto alla scomparsa della fidanzata e dallo stesso ospedale in cui stava in cura, un mese dopo la morte della donna si è lanciato dalle scale degli uffici amministrativi, da un’altezza di 15 metri.

Aveva deciso di farla finita da quando lei, 32 anni, se n’era andata. Pare che prima di lanciarsi abbia detto ad alta voce; “Ti sto per raggiungere”.

Il volo gli è stato fatale. È morto così, troppo forte il dolore per la perdita di una persona con cui aveva condiviso ogni momento fin dall’adolescenza, quasi venti anni insieme, fino a quando la malattia non li ha divisi.

Lui lavorava in un bar alla periferia di Roma, lei viveva in provincia e da tempo convivevano. Sul profilo Facebook il 32enne aveva iniziato un conto alla rovescia per l’anniversario della donna: “quattro giorni a giovedì”. 

Ogni tentativo di salvarlo è stato vano.
 


Condividi la notizia:
26 maggio, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR