--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio a cinque - Serie B - Domani i viterbesi ospitano l'Atletico Roma per la finale di ritorno dei playoff - Si parte dallo 0-1 dell'andata - L'intervista a David Ceppi: "Se crediamo veramente nel nostro obiettivo il risultato che vogliamo non ci potrà sfuggire"

L’Active network sogna la serie A2, la promozione è lontana una partita

di Samuele Sansonetti
Condividi la notizia:

Sport - Calcio a 5 - Active Network Viterbo

Sport – Calcio a cinque – Active network Viterbo

Sport - Calcio a 5 - Active network

Sport – Calcio a cinque – Active network Viterbo

Viterbo – Una partita per la gloria. Verso un obiettivo storico, a coronamento di una stagione che potrebbe diventare perfetta.

L’Active network è pronta e lo sono anche i tifosi. La promozione in serie A2 è vicina ma per tagliare il traguardo la squadra viterbese dovrà affrontare un altro match: la finale di ritorno dei playoff contro l’Atletico New team di Roma.

Terza e quinta nel girone E di serie B, le due squadre sono arrivate all’atto conclusivo dopo i successi su Pomezia e Cagliari e nella gara di andata anno avuto la meglio gli arancioni, vittoriosi per 1-0 sul campo esterno grazie alla rete di Simone Elia a tre minuti e mezzo dalla fine del primo tempo.

Domani al PalaCus (fischio d’inizio alle 16) è in programma il ritorno e la squadra allenata da David Ceppi potrà giocare per due risultati su tre. Anche se difficilmente scenderà in campo per puntare al pareggio.

Mister Ceppi, partite del genere si preparano da sole?
“Dal punto di vista motivazionale si. Anche perché se i giocatori non sono motivati da una finale è meglio che al palazzetto non ci vengano. Dal punto di vista tecnico il discorso è diverso: l’avversario è forte, i ragazzi sono giovani e ci sarà bisogno di molta attenzione da parte di tutti”.

L’1-0 esterno dell’andata è comunque un buon punto di partenza.
“Siamo andati a Roma per giocarcela e puntare a un risultato dallo 0-0 in su. Ci siamo riusciti nonostante un leggero sbandamento iniziale dovuto in parte all’emozione. All’interno della singola partita ce ne saranno tante altre ma sono convinto che se crediamo veramente nel nostro obiettivo il risultato che vogliamo non ci potrà sfuggire”.

Finalmente al PalaCus ci saranno tanti tifosi.
“Finora non ne abbiamo mai avuti tanti (ride, ndr) e spero che ci aiuteranno perché un pubblico numeroso è fondamentale per il raggiungimento di una vittoria. Anche il fattore campo potrebbe essere determinante: nonostante lo odiamo per via del fondo ruvido è un nostro vantaggio sugli avversari”.

E’ vero che la prossima stagione potreste cambiare impianto?
“La possibilità di andare in A2 è concreta e il presidente è pronto a fare investimenti importanti. Il fondo del PalaCus è messo male: un conto è giocare la serie B e un conto è l’A2. C’è l’opzione PalaMalè ma ce ne sono anche altre da valutare”.

La serie A a Viterbo manca da tanto. La promozione sarebbe un risultato fantastico.
“All’incirca da 15 anni. Credo nel lavoro e credo che potremo farcela. Siamo partiti ad agosto con una squadra che non si doveva nemmeno iscrivere e fare una squadra a fine estate è stato molto difficile. Siamo stati bravi a comporre la rosa e a cambiarla nel mercato invernale. Abbiamo perso pochissime partite ed è tutto merito del gruppo”.

Samuele Sansonetti


Condividi la notizia:
24 maggio, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR