--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni amministrative 2019 - Sandro Celli, candidato sindaco (Democratici per Tarquinia, Impegno sociale e Tutti per Tarquinia) presenta la sua proposta in vista del voto del 26 maggio

“Lavoro, raccolta differenziata e scuole”

Condividi la notizia:

Tarquinia - Il candidato sindaco Sandro Celli

Tarquinia – Il candidato sindaco Sandro Celli

Tarquinia – (p.p.) – “Lavoro, raccolta differenziata e scuole”. Sandro Celli, candidato sindaco a Tarquinia (Democratici per Tarquinia, Impegno sociale e Tutti per Tarquinia) presenta la sua proposta in vista del voto del 26 maggio. A sfidarlo, Maurzio Coversini, Alessandro Giulivi, Gianni Moscherini e Andrea Andreani.

Chi è Sandro Celli?
“Sono nato a Tarquinia – dice – dove vivo con mia moglie e mio figlio. Lavoro all’Asl di Viterbo. Sono candidato sindaco e guido una coalizione di liste civiche di centro sinistra: “Democratici per Tarquinia”, “Impegno sociale” e “Tutti per Tarquinia”.

Sono entrato in consiglio comunale per la prima volta nel 2002, con i Democratici di Sinistra, come esponente della minoranza. Dal 2007 al 2017, con un’amministrazione di centro sinistra, sono stato assessore alla pubblica istruzione, allo sport, al turismo e all’ambiente per il Partito democratico.

Nel 2017, al termine dell’esperienza di assessore, sono stato eletto consigliere comunale di minoranza per il Partito Democratico. Ruolo che ho ricoperto fino a settembre 2018, per la caduta dell’amministrazione di centro destra”.

Qual è il progetto che porta avanti per il suo paese?
“Dobbiamo pensare a Tarquinia come città di cultura capace di sviluppare un turismo di qualità che dia slancio anche ad atri settori economici”.

Tre priorità da mettere in campo subito.
“La prima è il lavoro. I cittadini ci chiedono di favorire la ripresa economica per creare nuovi posti di lavoro. La crisi ha messo in ginocchio il tessuto produttivo di Tarquinia e la disoccupazione è un problema pressante.

La seconda è la raccolta differenziata. L’abbiamo introdotta nel 2012, portandola nel 2017 al 50%. Oggi la quota è scesa al 41%. Dobbiamo riprendere la strada della crescita. Per farlo puntiamo a estendere il porta a porta a tutto il territorio comunale, a istituire gli ispettori ambientali e a introdurre la tariffa puntuale.

La terza sono le scuole. Nella nostra città siamo fortunati. L’Ic “Ettore Sacconi” e l’Iis “Vincenzo Cardarelli” sono delle eccellenze a livello provinciale. Quando ero assessore, abbiamo destinato circa 2 milioni di euro per sostenere il diritto allo studio e riqualificare le strutture.

Sappiamo che sono sempre di più i casi di alluni in difficoltà socio-economica e queste difficoltà si riflettono sul loro profitto scolastico. È a questi giovani e alle loro famiglie che dedicheremo gran parte del lavoro. Vogliamo, a breve termine, completare poi l’opera di ristrutturazione e messa a norma iniziata anni fa. Accanto a questo, per il futuro, si deve pensare alla realizzazione di un nuovo polo scolastico”.

Parli della sua squadra.
“Ci sono tre liste civiche “Democratici per Tarquinia”, “Impegno sociale” e “Tutti per Tarquinia” formate uomini donne e giovani che vogliono portare avanti idee e progetti concreti e realizzabili.

Ci sono poi tanti ragazzi e ragazze che sono un traino importante. Essere riusciti a coinvolgerne tanti nelle nostre liste, di cui sono orgogliosissimo, è una grande soddisfazione. Loro portano entusiasmo, energia, idee moderne e quel pizzico di incoscienza che serve e che noi abbiamo perso. Inoltre oltre il 65% dei candidati si presenta per la prima volta in una competizione elettorale”.

Come sogna il suo paese.
“Tarquinia deve essere “città d’arte e di cultura”. Una città che si apre finalmente al turismo di qualità, valorizzando i suoi beni culturali, il suo territorio e il suo litorale. Un turismo in grado di ridare slancio e vigore a settori come l’artigianato, l’edilizia, il commercio e l’agricoltura”.

Perché dovrebbero votarla e scegliere la vostra proposta?
“Perché – conclude – è un progetto ambizioso, ma concreto e realizzabile che guarda allo sviluppo senza tralasciare il quotidiano, presentato da una squadra che garantisce affidabilità, credibilità e competenza.”


 

Lista Democratici per Tarquinia

Tarquinia - Democratici per Tarquinia - Sandro Celli sindaco

Alessandro Antonelli
Sandro Blasi
Renzo Bonelli
Silvia Boni
Giancarlo Borzacchi
Eleonora Brunori
Mario Cappelletti
Aldo Cecconi
Piera Colotto
Maurizio Guidozzi
Enrico Leoni
Bernadette Macchione
Leonardo Montini Paciotta detto Paciotta
Maria Laura Santi
Alessandra Sileoni
Veronica Zanetti

***

Lista Impegno sociale

Tarquinia - Impegno sociale - Sandro Celli sindaco

Vasco Amati
Silvano Bartolini Marri
Monica Camillucci
Maria Campolungo
Rebecca Elena Festilla
Gabriele Frongia
Ilario Gabrielli
Fabrizio Giannoni
Jessica Iannetti
Marco Lopis
Giaia Luciani
Stefano Purgatori
Ciro Romano
Daniele Scalet
Giuseppe Scomparin
Giuseppina Trupia

***

Lista Tutti per Tarquinia

Tarquinia - Tutti per Tarquinia - Sandro Celli sindaco

Luigi Bellucci
Arrigo Bergonzini
Luca Castignani
Claudia Contessi
Katiuscia De Vincenzo
Edmondo Elisei
Lorenzo Fava
Marco Gentili
Patrizia Giorgini
Loredana Iandolo
Maurizio Leoncelli
Paola Monti,
Simona Moscetti
Fabio Perugini
Eleonora Santori
Gino Stella


Condividi la notizia:
24 maggio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR