Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Stefano Signori (Confartigianato) all'incontro in comune sulla sicurezza per una rete civica - Proposta l'adozione di una app per le emergenze

“Norveo Fedeli per noi è un caduto sul lavoro”

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Viterbo - Il tavolo sulla sicurezza in comune

Viterbo – Il tavolo sulla sicurezza in comune

Mauro Rotelli

Mauro Rotelli

Mauro Vinciotti

Mauro Vinciotti

Paolo Bianchini

Paolo Bianchini

Chiara Frontini

Chiara Frontini

Viterbo - Il tavolo sulla sicurezza in comune

Viterbo – Il tavolo sulla sicurezza in comune

Rita Belardinelli

Rita Belardinelli

Viterbo – “Norveo Fedeli per noi è un caduto sul lavoro”. L’uccisione del commerciante di via Bianchi scuote ancora la città e stamani in comune, associazioni di categoria, forze dell’ordine e politici si sono incontrati per costruire un progetto di rete civica per la sicurezza. Tra loro, anche il presidente Confartigianato Stefano Signori. Ha ricordato l’imprenditore scomparso.

“Per noi è un caduto sul lavoro – osserva Signori – proporremo iniziative, incontri sul territorio, dividendo la città in quadranti, perché ogni quartiere ha esigenze proprie. Ma pure iniziative nelle scuole”.

C’è un progetto pilota avviato a Soriano ed esportabile nel capoluogo. “Una app per il cellulare – spiega Signori – si chiama Vigila tu e permette d’intervenire nel momenti in cui qualcosa accade. Senza comporre numeri, ma pigiando un tasto si è messi in contatto con le forze dell’ordine e si viene subito localizzati”.

Mauro Belli di Adoc ricorda Fedeli: “Lo salutavo tutte le mattina – dice Belli – lo conoscevo bene. Come abitante di Sallupara sono rimasto molto colpito anche dall’episodio di violenza. Questo incontro è aperto a tutti”. La rete va formata.

Un ruolo importante nella sicurezza, ce l’ha la polizia locale. “Anche se a volte – sottolinea il comandante Mauro Vinciotti – siamo considerati figli di un dio minore. Ma nel presidio del territorio, la lotta al degrado urbano siamo in primo piano.

Il cittadino va educato al rispetto delle regole, che parte dal parcheggiare, ad esempio, in modo educato. Noi siamo presenti, ma il corpo va potenziato”.

Aprirà un presidio a piazza del Comune. “Non sarà un altro vigile dietro la scrivania – sottolinea Vinciotti – la pattuglia arriverà, lasciando la macchina e quindi si sposterà a piedi o in bici elettrica per svolgere attività di presenza”. Vicini alla cittadinanza. “Tutti possono rivolgersi con fiducia alla polizia locale, il mio ufficio al comando è sempre aperto”.

Nella sala del consiglio c’è Mauro Rotelli, deputato FdI. “Già ad agosto – ricorda Rotelli – in un incontro in prefettura individuammo la zona dal Sacrario a Porta Fiorentina come area da attenzionare. Alcune proposte sono state avanzate, come mettere in rete le forze dell’ordine, pubblico e privato. Collegare le videocamere presenti alla questura”.

Luciano Signorelli della Securimpianti spiega che un software di collegamento c’è già. Le videocamere posizionate dal comune in città sono circa sessanta.

Lunedì, la marcia silenziosa, una risposta chiara della città dopo l’efferata uccisione di Fedeli. “Non dobbiamo disperdere questo clima – sostiene Paolo Bianchini, capogruppo FdI – non deve calare l’attenzione”.

Telecamere e forze dell’ordine sono importanti. “Rappresentano un deterrente – spiega Chiara Frontini, consigliera Viterbo 2020 – ma non estirpano il problema alla radice. Va combattuto il degrado. L’amministrazione comunale deve garantire livelli essenziali. Anche la multietnicità presente in alcune parti di Viterbo è una ricchezza e non elemento di paura, ma va gestita”.

Chi amministra si dia da fare. “Il degrado – sottolinea Giancarlo Bandini, segretario provinciale Confimprese – è presente in centro ma anche nelle periferie e gli amministratori si devono dare una mossa. Avere vigili urbani che a piedi perlustrano la città sarebbe utile”.

La politica deve fare la sua parte, lo sottolinea Alvaro Ricci, consigliere Pd: “L’amministrazione può stanziare soldi veri su progetti per la città, investimenti per la riqualificazione. Le possibilità ci sono. In questo momento la città soffre e va data una risposta”.

Rita Bernardini, responsabile sicurezza Confesercenti punta il dito contro l’eccessivo lassismo: “A Viterbo ognuno fa quello che vuole”.

Per Massimo Erbetti, consigliere M5s, se oggi esistono zone dove ci sono problemi, occorre domandarsi il perché: “Le telecamere vanno bene – sottolinea Erbetti – ma se il centro storico si svuota e le attività si spostano tutte fuori, poi si genera abbandono”.

Agli ultimi episodi di cronaca la città ha risposto. “Non dimentichiamo che dopo la violenza nei confronti della ragazza, la manifestazione è partita dagli studenti. Cerchiamo di ascoltarli”.


Condividi la notizia:
10 maggio, 2019

Omicidio in via San Luca ... Gli articoli

  1. Processo Fedeli, la "dama bionda" non si presenta
  2. Omicidio di Norveo Fedeli, oggi in aula l'amica che aveva accesso ai conti di Pang
  3. "E' venuto in Italia per amore Pang, il killer che suona il violino e fa l'inchino"
  4. L'assassino di Norveo Fedeli: "Ho smesso di colpirlo quando non si muoveva più..."
  5. Commerciante ucciso in centro, oggi l'interrogatorio dell'omicida di Norveo Fedeli
  6. "Pang si è accanito su Norveo Fedeli", contestata all'omicida l'aggravante della crudeltà
  7. Il perito: "Pang ferito da una vite" - La difesa: "Fu un coltello"
  8. "Pang ha fotografato il cadavere di Norveo dopo averlo ucciso"
  9. Omicidio Fedeli, tocca agli esperti di Dna
  10. "Norveo Fedeli, un omicidio che ha messo in crisi tutta la comunità"
  11. Messa in memoria di Norveo Fedeli per l'anniversario della tragica morte
  12. "Il corpo di Norveo massacrato di botte e calpestato ripetutamente da Pang"
  13. "Ma quale rapina, ho reagito a un'aggressione da parte di Norveo Fedeli"
  14. "Alla famiglia di Norveo l'abbraccio virtuale di un'intera città"
  15. Processo a Pang, la madre bloccata negli Usa dalla pandemia
  16. "Il padre non gli mandava più soldi, Pang non aveva denaro nemmeno per tornare negli Stati Uniti"
  17. "Sangue ovunque e sulla testa di Norveo l'impronta di una scarpa dell'assassino"
  18. "Sulla scena del crimine neanche una goccia di sangue dell'assassino"
  19. "Michael Aaron Pang è stato accoltellato dalla vittima durante una colluttazione"
  20. Omicidio Fedeli, niente abbreviato né perizia psichiatrica per Pang
  21. Omicidio di Norveo Fedeli, al via il processo al 23enne americano reo confesso del delitto
  22. No all'abbreviato, sarà processato davanti alla corte d'assise l'omicida di Norveo Fedeli
  23. "Perizia medico-legale sulle ferite riportate dal ragazzo che ha ucciso Fedeli"
  24. Omicidio di Norveo Fedeli, davanti al giudice l'assassino reo confesso
  25. Omicidio Fedeli, Pang chiede l'abbreviato
  26. Omicidio Fedeli, Pang davanti alla corte d'assise il 13 gennaio
  27. Omicidio Fedeli, depositati i risultati di autopsia e rilievi della scientifica
  28. "Grazie ai facchini per la girata dedicata a Norveo"
  29. Omicidio Fedeli, nuovo prelievo di dna per lo statunitense Michael Pang
  30. Omicidio Fedeli, al via le perizie della scientifica di Roma
  31. "Una scena del crimine drammatica, come poche se ne vedono"
  32. Omicidio Fedeli, la scientifica sulla scena del crimine
  33. Omicidio Fedeli, l'ambasciata Usa vuole portare un dizionario a Pang
  34. Ha ucciso Fedeli e ha mangiato un kebab vicino al negozio del delitto
  35. Funzionari dell'ambasciata Usa in carcere per incontrare Pang
  36. I parenti di Norveo: "Un omicidio brutale che non ha giustificazioni"
  37. Pang in carcere sta male, sarà visitato da uno psicologo...
  38. L'omicida di Fedeli punta a evitare l'ergastolo
  39. "Vicini al dolore della famiglia Fedeli"
  40. Resta in carcere l'assassino di Norveo Fedeli
  41. "Michael è incensurato, ha scontato con la messa alla prova la guida in stato di ebbrezza"
  42. "Pang era in trattative per rilevare un ristorante a Vetralla"
  43. Pang al gip: "Ho reagito a un'aggressione di Fedeli"
  44. "Un crimine efferato, i familiari della vittima pronti a costituirsi parte civile"
  45. "Il movente non è la rapina e non c'è premeditazione"
  46. Omicidio Fedeli, Michael Pang confessa: "Chiedo perdono"
  47. "Pang ha rischiato di uccidere mio figlio in un incidente"
  48. "Sogna in grande, spingi duro", sulla pagina Facebook di Michael una valanga di slogan motivazionali...
  49. Fedeli insospettito fotografò il ragazzo che lo avrebbe ucciso
  50. "Arresto di Michael Aaron per omicidio, la madre è sotto shock'"
  51. Pang negli Usa era stato già condannato, a nove mesi quando era minorenne
  52. "Basta con la violenza, dobbiamo costruire una città migliore"
  53. "Non parlava con nessuno, abitava qui e ogni tanto prendeva l'auto della donna con cui viveva"
  54. Oggi l'addio a Norveo Fedeli, è lutto cittadino
  55. "Michael Aaron è affranto e disperato, non era mai stato in carcere"
  56. Il brutale omicidio di Fedeli finisce sui media statunitensi
  57. Incensurato, americano e regolarmente in Italia
  58. "Omicidio in via San Luca, la fiaccolata è lodevole ma non è sufficiente"
  59. "Domani saremo tutti di un sentimento"
  60. Uccide Fedeli, si toglie i vestiti insanguinati e sale sul bus per Capodimonte
  61. I vestiti e le scarpe ancora sporchi di sangue in casa del ragazzo fermato
  62. "I cittadini hanno diritto a non avere timore"
  63. Bandiere a mezz'asta e un minuto di silenzio per Norveo Fedeli
  64. "Serve un piano di emergenza contro la criminalità"
  65. "Un uomo sempre sorridente e cordiale"
  66. "Speriamo si possa arrivare a una condanna definitiva quanto prima"
  67. Il presunto omicida di Fedeli fermato mentre passeggiava in piazza
  68. Fermato il presunto omicida di Norveo Fedeli
  69. "Bisogna rafforzare il controllo del territorio"
  70. Colpito alla testa e ucciso con uno sgabello, trascinato e nascosto dietro i vestiti appesi
  71. Feroce omicidio in pieno centro, gli abitanti: "Abbiamo paura..."
  72. "Il negozio era in disordine e a terra c'era tantissimo sangue..."
  73. Omicidio Fedeli, lutto cittadino e corteo silenzioso per le vie del centro
  74. Omicidio in via San Luca, sotto sequestro il negozio Fedeli
  75. "Norveo Fedeli, uomo buono e gentile"
  76. Norveo Fedeli ucciso a sprangate
  77. Omicidio in pieno giorno in un negozio in via San Luca

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR