Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Omicidio in via San Luca - La Tuscia piange il commerciante ucciso a sprangate nel suo negozio nel centro di Viterbo - Originario di Nepi, da più di 40 anni era titolare della boutique del jeans griffato - Chiara Frontini (Viterbo2020): "Questa spirale di violenza in città va fermata"

“Norveo Fedeli, uomo buono e gentile”

Condividi la notizia:

Omicidio in via San Luca

Omicidio in via San Luca

Omicidio in via San Luca

Omicidio in via San Luca

Viterbo - Chiara Frontini

Chiara Frontini

Viterbo – La Tuscia piange Norveo Fedeli, il commerciante di 74 anni ucciso a sprangate nel suo negozio di abbigliamento in via San Luca.

“Un uomo buono oggi non c’è più e non so darmi una spiegazione, che probabilmente non ci sarà mai”. Angelo Proietti, imprenditore viterbese, lo ricorda così. “Ho trascorso la mia adolescenza in quei vicoli dove regnava la tranquillità. Tutti conoscevano tutti e ci si stava spensierati senza conoscere la paura. Un uomo buono oggi non c’è più e non so darmi una spiegazione, che probabilmente non ci sarà mai. Ciao Norveo, oggi piangiamo un uomo buono”.

Da più di 40 anni Norveo Fedeli era titolare della storica boutique del jeans griffato “Fedeli Vogue” di via San Luca. “Oltre a essere stato suo cliente quando i Levi’s andavano di moda a fine anni ’80 – dice Marco – ho passato 10 anni della mia vita in via San Luca con il negozio More Fire e ho un ricordo di Norveo come un uomo gentile e sempre disponibile, una persona pacata”.

Norveo Fedeli era originario di Nepi.

Il 74enne sarebbe stato ucciso al culmine di una rapina finita male. Con un oggetto di metallo o uno sgabello gli è stato fracassato il cranio. Sulla testa aveva anche l’impronta di uno scarpone, come se il volto gli fosse stato schiacciato contro il pavimento.

L’omicidio è avvenuto intorno alle 13 nel pieno centro storico di Viterbo. A fare la macabra scoperta sarebbero stati alcuni vicini che, insospettiti dal fatto che il negozio fosse ancora aperto, sono entrati e hanno trovato Fedeli in un lago di sangue. Sul pavimento sarebbe stata rinvenuta anche una scia di sangue, come se la vittima si fosse trascinata a terra prima di morire. 

In via San Luca e nelle strade limitrofe ci sarebbero le telecamere di videosorveglianza che potrebbero aver immortalato l’omicida. Le indagini sono affidate alla squadra mobile della questa di Viterbo e sono coordinate dalla pm Eliana Dolce.

Sull’episodio interviene anche Chiara Frontini, leader del movimento Viterbo2020. “Si vanno definendo i dettagli. Ora basta. La misura è colma. Leggo qui stupore, dolore, sbigottimento, tutte parole di quella che una volta era una tranquilla cittadina di provincia e che oggi, nel giro di poche settimane, si ritrova a svegliarsi nel peggiore degli incubi. Una spirale di violenza che va fermata: va fermata nelle parole, negli atteggiamenti, nelle azioni quotidiane. Va fermata nella mentalità, quella che minimizza e banalizza, che si gira dall’altra parte finchè non riguarda il proprio diretto cerchio di familiari e amici, che fa finta di non vedere, che giustifica persino.

Va fermata nel degrado urbano, perché incuria, sporcizia, abbandono e ruderi sono l’habitat ideale per la criminalità: la violenza genera violenza. Va fermata con il controllo, certo, con il presidio del territorio. Ma va fermata soprattutto con una cultura della legalità diffusa, della cittadinanza attiva e consapevole. Ognuno di noi, ogni cittadino deve agire per rioccupare gli spazi, non solo fisici ma anche etici, lasciati vuoti: il centro storico ne è un emblema, ma anche tanti parchi cittadini. Ogni cittadino deve essere parte attiva nei confronti di chi è chiamato a decidere le sorti della città, informarsi, denunciare senza avere paura. Le istituzioni devono essere esempio. Recuperare l’autorevolezza attraverso l’esempio. Tutelare e non allontanare chi denuncia, chi si ribella al sistema ed essere esse stesse parte della soluzione. E così le parti sociali, le imprese, i sindacati. Tutti.

Da questo incubo bisogna uscire, e possiamo farlo solo tutti insieme. Viterbo unita, tutta: senza colori, senza bandiere, senza polemiche, tante piccole fiamme di cittadini che non si voltano dall’altra parte ma affrontano il male, in ogni sua declinazione, a viso aperto e forti del supporto di una comunità unita, solidale. Altrimenti siamo tutti complici. E io, complice della morte di una città, la mia città, di certo non mi ci rendo”.


Multimedia: Video: Commerciante ucciso a sprangate – Il sindaco: “Vittima trovata in un lago di sangue” – Fotocronaca: Negoziante trovato morto in via San Luca – Omicidio in via San Luca


Condividi la notizia:
3 maggio, 2019

Omicidio in via San Luca ... Gli articoli

  1. Processo Fedeli, la "dama bionda" non si presenta
  2. Omicidio di Norveo Fedeli, oggi in aula l'amica che aveva accesso ai conti di Pang
  3. "E' venuto in Italia per amore Pang, il killer che suona il violino e fa l'inchino"
  4. L'assassino di Norveo Fedeli: "Ho smesso di colpirlo quando non si muoveva più..."
  5. Commerciante ucciso in centro, oggi l'interrogatorio dell'omicida di Norveo Fedeli
  6. "Pang si è accanito su Norveo Fedeli", contestata all'omicida l'aggravante della crudeltà
  7. Il perito: "Pang ferito da una vite" - La difesa: "Fu un coltello"
  8. "Pang ha fotografato il cadavere di Norveo dopo averlo ucciso"
  9. Omicidio Fedeli, tocca agli esperti di Dna
  10. "Norveo Fedeli, un omicidio che ha messo in crisi tutta la comunità"
  11. Messa in memoria di Norveo Fedeli per l'anniversario della tragica morte
  12. "Il corpo di Norveo massacrato di botte e calpestato ripetutamente da Pang"
  13. "Ma quale rapina, ho reagito a un'aggressione da parte di Norveo Fedeli"
  14. "Alla famiglia di Norveo l'abbraccio virtuale di un'intera città"
  15. Processo a Pang, la madre bloccata negli Usa dalla pandemia
  16. "Il padre non gli mandava più soldi, Pang non aveva denaro nemmeno per tornare negli Stati Uniti"
  17. "Sangue ovunque e sulla testa di Norveo l'impronta di una scarpa dell'assassino"
  18. "Sulla scena del crimine neanche una goccia di sangue dell'assassino"
  19. "Michael Aaron Pang è stato accoltellato dalla vittima durante una colluttazione"
  20. Omicidio Fedeli, niente abbreviato né perizia psichiatrica per Pang
  21. Omicidio di Norveo Fedeli, al via il processo al 23enne americano reo confesso del delitto
  22. No all'abbreviato, sarà processato davanti alla corte d'assise l'omicida di Norveo Fedeli
  23. "Perizia medico-legale sulle ferite riportate dal ragazzo che ha ucciso Fedeli"
  24. Omicidio di Norveo Fedeli, davanti al giudice l'assassino reo confesso
  25. Omicidio Fedeli, Pang chiede l'abbreviato
  26. Omicidio Fedeli, Pang davanti alla corte d'assise il 13 gennaio
  27. Omicidio Fedeli, depositati i risultati di autopsia e rilievi della scientifica
  28. "Grazie ai facchini per la girata dedicata a Norveo"
  29. Omicidio Fedeli, nuovo prelievo di dna per lo statunitense Michael Pang
  30. Omicidio Fedeli, al via le perizie della scientifica di Roma
  31. "Una scena del crimine drammatica, come poche se ne vedono"
  32. Omicidio Fedeli, la scientifica sulla scena del crimine
  33. Omicidio Fedeli, l'ambasciata Usa vuole portare un dizionario a Pang
  34. Ha ucciso Fedeli e ha mangiato un kebab vicino al negozio del delitto
  35. Funzionari dell'ambasciata Usa in carcere per incontrare Pang
  36. “Norveo Fedeli per noi è un caduto sul lavoro”
  37. I parenti di Norveo: "Un omicidio brutale che non ha giustificazioni"
  38. Pang in carcere sta male, sarà visitato da uno psicologo...
  39. L'omicida di Fedeli punta a evitare l'ergastolo
  40. "Vicini al dolore della famiglia Fedeli"
  41. Resta in carcere l'assassino di Norveo Fedeli
  42. "Michael è incensurato, ha scontato con la messa alla prova la guida in stato di ebbrezza"
  43. "Pang era in trattative per rilevare un ristorante a Vetralla"
  44. Pang al gip: "Ho reagito a un'aggressione di Fedeli"
  45. "Un crimine efferato, i familiari della vittima pronti a costituirsi parte civile"
  46. "Il movente non è la rapina e non c'è premeditazione"
  47. Omicidio Fedeli, Michael Pang confessa: "Chiedo perdono"
  48. "Pang ha rischiato di uccidere mio figlio in un incidente"
  49. "Sogna in grande, spingi duro", sulla pagina Facebook di Michael una valanga di slogan motivazionali...
  50. Fedeli insospettito fotografò il ragazzo che lo avrebbe ucciso
  51. "Arresto di Michael Aaron per omicidio, la madre è sotto shock'"
  52. Pang negli Usa era stato già condannato, a nove mesi quando era minorenne
  53. "Basta con la violenza, dobbiamo costruire una città migliore"
  54. "Non parlava con nessuno, abitava qui e ogni tanto prendeva l'auto della donna con cui viveva"
  55. Oggi l'addio a Norveo Fedeli, è lutto cittadino
  56. "Michael Aaron è affranto e disperato, non era mai stato in carcere"
  57. Il brutale omicidio di Fedeli finisce sui media statunitensi
  58. Incensurato, americano e regolarmente in Italia
  59. "Omicidio in via San Luca, la fiaccolata è lodevole ma non è sufficiente"
  60. "Domani saremo tutti di un sentimento"
  61. Uccide Fedeli, si toglie i vestiti insanguinati e sale sul bus per Capodimonte
  62. I vestiti e le scarpe ancora sporchi di sangue in casa del ragazzo fermato
  63. "I cittadini hanno diritto a non avere timore"
  64. Bandiere a mezz'asta e un minuto di silenzio per Norveo Fedeli
  65. "Serve un piano di emergenza contro la criminalità"
  66. "Un uomo sempre sorridente e cordiale"
  67. "Speriamo si possa arrivare a una condanna definitiva quanto prima"
  68. Il presunto omicida di Fedeli fermato mentre passeggiava in piazza
  69. Fermato il presunto omicida di Norveo Fedeli
  70. "Bisogna rafforzare il controllo del territorio"
  71. Colpito alla testa e ucciso con uno sgabello, trascinato e nascosto dietro i vestiti appesi
  72. Feroce omicidio in pieno centro, gli abitanti: "Abbiamo paura..."
  73. "Il negozio era in disordine e a terra c'era tantissimo sangue..."
  74. Omicidio Fedeli, lutto cittadino e corteo silenzioso per le vie del centro
  75. Omicidio in via San Luca, sotto sequestro il negozio Fedeli
  76. Norveo Fedeli ucciso a sprangate
  77. Omicidio in pieno giorno in un negozio in via San Luca

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR