--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Vigili del fuoco - Il saluto del comandante Emanuele Pianese che regala un piccolo concerto al pianoforte - Il suo successore Davide Piozzi: "Subito al lavoro con massima disponibilità: la mia porta sarà sempre aperta"

“Otto mesi di obiettivi raggiunti e di emozioni che non dimenticherò…”

di Francesca Buzzi
Condividi la notizia:

Viterbo – Il proseguimento dei lavori alla nuova caserma. L’apertura del distaccamento di Tarquinia. L’intitolazione di quello di Civita Castellana alla memoria di Giuliano Lipperi. E poi la convenzione con l’Aves, i monitoraggi al mare e sui laghi e le esercitazioni Saf.

Il tutto condensato in soli otto mesi, dalla metà dello scorso settembre fino ai giorni scorsi, ovvero nel brevissimo, ma intenso, periodo in cui Emanuele Pianese ha guidato il comando provinciale dei vigili del fuoco di Viterbo. Pochi mesi che però sono bastati non solo a raggiungere traguardi attesi da anni in provincia, ma anche a stringere rapporti personali, legare amicizie, affezionarsi a questo territorio.

Emanuele Pianese

“Ho scelto io stesso di venire a Viterbo – ricorda Pianese nell’ultimo discorso pubblico ai suoi uomini – e, nonostante non abbia trovato una situazione semplice, lo risceglierei di nuovo. E’ stata un’esperienza stupenda sia da un punto di vista professionale, che umano. Ricordo ancora il passaggio di consegne con il mio precedessore: tanti problemi, tante cose da fare. Ora me ne vado, ma molte di queste le lascio risolte”.

Stamattina l’auditorium dell’Università della Tuscia era tutto per loro. Molti dei vigili del fuoco in servizio a Viterbo e provincia sono venuti a salutare il comandante e a dare il benvenuto al suo successore, Davide Pozzi. Un luogo concesso eccezionalmente, in particolare per via della sorpresa che Pianese ha voluto regalare a chi c’era: un piccolo concerto al pianoforte, una delle sue più grandi passioni.


Fotogallery: Il saluto del comandante Pianese e il benvenuto a Pozzi


Ma prima dello spettacolo si è continuato a parlare di risultati.

L’elenco dei traguardi è davvero lungo e parte con i lavori alla nuova caserma sulla Cassia Nord. La struttura era stata inaugurata già da Giuseppe Paduano, ma per una serie di inciampi successivi soltanto i blocchi operativi sono in funzione. L’area amministrativa si trova ancora nella vecchia sede di via Oslavia. 

“Nei miei primissimi giorni di lavoro – ricorda Pianese – ci dissero che a breve sarebbero continuati i lavori di completamento. Da settembre si è passati a ottobre e poi ancora oltre. A tutt’oggi gli operai non si sono visti, ma inizieranno stavolta davvero a stretto giro. Gli intoppi burocratici sono risolti e il nuovo comandante si troverà un bel pezzo di strada già avviato”.

E ancora il distaccamento di Tarquinia. Per anni promesso e mai arrivato. Poi infine ottenuto, ma con un servizio parziale che non riusciva a garantire le 24 ore. “Siamo partiti con due turni che coprivamo a fatica – spiega Pianese – e ora ne abbiamo quattro a pieno regime”.

Vigili del fuoco - L'ex comandante Emanuele Pianese e il nuovo Davide Pozzi

Ma ancora tanti altri sono gli obiettivi raggiunti a Viterbo di cui Pianese va fiero. L’attività in collaborazione con l’Aves che il comandante uscente definisce “un esempio per l’Italia intera di come il ministero dell’Interno possa collaborare fattivamente con il ministero della Difesa per mettersi a disposizione della collettività e della sicurezza”. 

Diverse le convenzioni siglate a livello locale. Quella per il soccorso acquatico di Tarquinia e Montalto, quella con il comune di Celleno con il quale è stata individuata una zona per svolgere esercitazioni Saf e, infine, la disponibilità di una grande quantità di gasolio che “proveniva da una confisca e siamo riusciti finalmente a sbloccare e utilizzare”.

In questi otto mesi, però, c’è stato il tempo anche di stringere rapporti, creare legami e affezionarsi a persone e luoghi. “Non posso elencarle tutte – dice Emanuele Pianese dal palco dell’auditorium dell’Università della Tuscia – ma ho avuto la fortuna e il piacere di lavorare con persone uniche, ognuna a suo modo preziosa e insostituibile”. Poche parole sincere di ringraziamento, che fanno anche commuovere qualcuno seduto in platea. 

Vigili del fuoco - Il comandante Davide Pozzi

Tra il pubblico c’è già anche Davide Pozzi, il successore di Pianese che dal 27 maggio sarà ufficialmente il nuovo comandante dei vigili del fuoco della provincia di Viterbo.

“Sono orgoglioso e molto emozionato – ha detto Pozzi in un brevissimo saluto -. Anche io ho scelto questa sede e questo incarico. E’ la mia prima nomina e vengo con tanta voglia di lavorare e di mettermi a disposizione. Pianese mi lascia un’eredità impegnativa che spero di riuscire a sostenere. Di certo metterò tutto il mio impegno per ascoltare voi pompieri e le realtà locali puntando tutto sulla condivisione. Sappiate che la mia porta sarà sempre aperta”.

Emanuele Pianese al pianoforte

Infine il concerto promesso da Emanuele Pianese. Il comandante si è esibito sulle note di Beethoven e Schubert e si è chiuso con una standing ovation e un lungo, caloroso, applauso.

Francesca Buzzi

 


Condividi la notizia:
23 maggio, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR