--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Ciclismo - All'interno della Orbetello - Frascati gli 85 chilometri viterbesi tra Latera e Monterosi

Parte il Giro d’Italia, martedì il passaggio nella Tuscia

di Samuele Sansonetti
Condividi la notizia:

Sport - Ciclismo - Il giro d'Italia 2015 a Vetralla

Sport – Ciclismo – Il giro d’Italia 2015 a Vetralla

Tuscania – Da Bologna a Verona passando (anche) per la Tuscia.

Il Giro d’Italia parte oggi e per tre settimane accompagnerà gli appassionati di ciclismo lungo lo stivale.

La cronometro di 8 chilometri di Bologna inaugura la 102esima edizione che terminerà il 2 giugno con un’altra prova contro il tempo: la 17chilometri di Verona.

In mezzo altre 19 tappe (per un totale di 21) che impegneranno i vari Nibali, Roglic e Dumoulin lungo i 3518 chilometri e 46500 metri di dislivello totali, per una delle corse rosa più dure degli ultimi anni con tre cronometro, sei manche adatte ai velocisti, sette di media difficoltà e cinque per gli scalatori.

Ogni squadra è composta da otto corridori, per un totale di 176 atleti che martedì prossimo attraverseranno la Tuscia All’interno della Orbetello – Frascati.

La quarta tappa è molto lunga e senza grosse salite, ma ha una parte finale abbastanza mossa con ultimi chilometri a salire. Dopo i primi chilometri lungo le strade maremmane arrivano le dolci ondulazioni degli 85 chilometri viterbesi entrando da Poggio Evangelista a Latera (arrivo previsto alle 12,59) e passando per Valentano (13,13), Piansano (13,27), Tuscania (13,38), Vetralla (14,06), Capranica (14,24), Sutri (14,32) e Monterosi (14,44).

Circa 85 chilometri lungo i paesaggi della provincia prima di contornare l’agglomerato metropolitano di Roma e arrivare ai due chilometri e mezzo finali: un tratto sempre a salire con pendenze attorno al 4-5 percento medio con picchi fino al 7 percento.

Tornando alla Tuscia, le strade interessate al transito dei concorrenti saranno la Maremmana, la Castrense, la Verentana, la Piansanese, la Vetrallese e la Cassia e la prefettura di Viterbo ha consigliato due percorsi alternativi per gli automobilisti.

“Al fine di evitare disagi – si legge nella nota diffusa ieri -, si segnalano i possibili percorsi alternativi: da Viterbo per raggiungere Roma, in luogo della SR2 Cassia, potranno essere utilizzate la SS675 Umbro-Laziale proseguendo sulla SS1bis Aurelia ed utilizzando poi l’autostrada A12 oppure la SS675 Umbro-Laziale per poi imboccare l’autostrada A1. Da Roma per raggiungere Viterbo, al fine di evitare il transito sulla SR2 Cassia, potranno essere utilizzate l’autostrada A1, uscendo presso lo svincolo di Orte e proseguendo sulla SS675 Umbro-Laziale oppure l’autostrada A12 proseguendo poi sulla SS1bis Aurelia e continuando ulteriormente sulla SS675 Umbro-Laziale oppure la stessa SR2 Cassia fino a Monterosi per poi imboccare la SP149 Nepesina e percorrere di conseguenza la SP1 Cimina”.

Samuele Sansonetti


Condividi la notizia:
11 maggio, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR