Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L'Apea sollecita l'assessore Ubertini: "Da lui nessuna comunicazione o intervento per risolvere le nostre problematiche"

“Sul Poggino attendiamo ancora le risposte del comune”

Condividi la notizia:

Viterbo - Le strade del Poggino

Viterbo – Le strade del Poggino

Viterbo - Le strade del Poggino

Viterbo – Le strade del Poggino

Viterbo - Le strade del Poggino

Viterbo – Le strade del Poggino

Viterbo - Le strade del Poggino

Viterbo – Le strade del Poggino

Viterbo - Le strade del Poggino

Viterbo – Le strade del Poggino

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Apea Viterbo Poggino, consorzio costituito tra le aziende della zona industriale Poggino Ciprovit per lo sviluppo dei territori, alla luce della assoluta mancanza di comunicazione e di riscontri da parte del comune di Viterbo, si trova costretta a sollecitare un intervento concreto e risoluto da parte dell’ente stesso.

A seguito dell’incontro avvenuto il 7 febbraio scorso sono state illustrate all’assessore Ubertini le problematiche della zona in oggetto, con particolare riferimento alle condizioni del manto stradale dissestato, alla mancanza di segnaletica stradale orizzontale e alle condizioni inadeguate di quella verticale, all’ormai storica e deplorevole gestione della raccolta delle acque bianche, agli aggiornamenti in merito al “Piano periferie”, assegnazione dei fondi e individuazione di un referente comunale per il confronto sulle tematiche specifiche.

A tale incontro e a fronte dell’impegno assunto dallo stesso assessore Ubertini per l’ottenimento di una risposta entro i 15 giorni successivi, non è seguita alcuna comunicazione, né tantomeno interventi concreti capaci di far intendere l’accoglimento dell’amministrazione comunale di tali problematiche.

La zona Poggino Ciprovit, animata da oltre 150 aziende che da decenni cercano collaborazione e interventi da parte delle numerose giunte e assessorati susseguitisi, attualmente versa in condizioni di assoluto e indecoroso disagio, sia per gli oltre 2000 impiegati e imprenditori che la popolano, sia per i cittadini e i trasportatori che la percorrono. 

Le condizioni di abbandono e incuria di questa zona comportano un elevato rischio per la sicurezza e l’incolumità di chi la percorre. In questo momento l’erba risulta talmente alta da impedire la completa visibilità nei numerosi incroci che la segnano. Il manto stradale, disomogeneo e deteriorato, comporta pericolo per i motocicli e danneggiamenti per i veicoli. L’assenza di segnaletica orizzontale confonde i comportamenti di guida e induce quindi ad azioni di pericolo.

Questa zona e chi la anima non meritano il continuo e sfacciato disinteresse da parte degli amministratori per chiari motivi. Chi vi esercita attività produttive risponde ai tributi dovuti all’amministrazione comunale, la zona è frequentata non solo dai cittadini, ma anche da avventori che in qualità di agenti, fornitori o clienti si recano presso gli stabilimenti produttivi viterbesi, ricevendo come prima immagine della zona un quadro desolante e di ingiustificabile abbandono che non rende onore all’immagine e alla qualità delle numerose e rinomate imprese locali.  

Con questa nota, si richiedono quindi risposte certe in merito al progetto esecutivo di riqualificazione per le periferie e la mancanza di utilizzo dei fondi messi a disposizione va a discapito della popolazione di Viterbo e anche delle attività locali che le potrebbero realizzare (fondi “Bando periferie” del quale l’assessore Ubertini ha riferito il 7 febbraio ad Apea di aver discusso in merito, con i responsabili della presidenza del Consiglio dei ministri a Roma. Inoltre, si chiedono risposte sulle generalità di un referente comunale con Apea.

Si comunica altresì che il consorzio è stato riconosciuto dalla regione Lazio quale Area produttiva ecologicamente attrezzata – Apea, pertanto potrà beneficiare di contributi strutturali europei destinati a investimenti per il miglioramento della produzione sotto il profilo ambientale e della tutela dell’ambiente (green economy).

Comitato di coordinamento Apea Poggino

 


Condividi la notizia:
21 maggio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR