- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Ennesimo stop del processo all’infermiere, svanita nel nulla la madre della bimba

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Elisaveta Alina Ambrus [3]

Elisaveta Alina Ambrus

Il cassonetto di via Solieri dove è stato ritrovato il feto [4]

Il cassonetto di via Solieri dove è stato ritrovato il feto

L'avvocato Samuele De Santis [5]

L’avvocato Samuele De Santis

Il pm Franco Pacifici [6]

Il pm Franco Pacifici

Viterbo – Ennesimo stop del processo all’infermiere, svanita nel nulla la madre della bimba settimina trovata morta tra i rifiuti di un cassonetto di via Solieri, al Salamaro, il 3 maggio 2013.

La piccola, perfettamente sana anche se nata prematura in seguito all’assunzione di un farmaco abortivo, oggi avrebbe avuto sei anni. 

La madre Elisaveta Alina Ambrus, 29 anni, all’epoca ballerina allo Star Night di via della Meccanica al Poggino, è stata condannata a dieci anni per omicidio volontario in primo grado con l’abbreviato e a quattro anni e otto mesi in via definitiva in appello per feticidio.

Di lei è rimasta una foto di quando faceva la “dama di compagnia” e aveva venti anni. Una foto-tessera che, per la prima volta dal 2013, alla luce delle ricerche su scala internazionale, oggi viene pubblicata. 

L’infermiere Graziano Rappuoli, 59 anni, di Tuscania, difeso dall’avvocato Samuele De Santis, è ancora a processo davanti alla corte d’assise presieduta dal giudice Ettore Capizzi con l’accusa di omicidio volontario, in attesa della sentenza di primo grado. 

A settembre la Ambrus era stata rintracciata dall’Interpol a Londra. Il 13 dicembre 2018 era prevista l’udienza di estradizione, poi rinviata a febbraio, quindi se ne sono perse le tracce.

L’udienza di ieri, l’ennesima fissata per sentire la versione della donna e capire il coinvolgimento più o meno consapevole dell’infermiere, presunto complice che secondo il pm Franco Pacifici avrebbe saputo tutto fin dal primo momento, si è aperta senza notizie. Né da Oltremanica, né dalla Romania, paese d’origine della Ambrus.

Il tribunale vuole sentirla per rogatoria internazionale, ma passeranno mesi. La prossima udienza è stata fissata per il 24 settembre, ma quel giorno saranno solo predisposte le domande cui sottoporre la 29enne, sempre che venga trovata, e fissata quindi una ulteriore udienza. 

Silvana Cortignani

 


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [7]
  • [1]
  • [2]