--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Spettacolo - La quarta edizione della performance di Francesco Pecorari ha avuto luogo a Civitella D'Agliano

Il giardino “La Serpara” ha ospitato “Tra buio e silenzio”

Condividi la notizia:

Civitella d'Agliano - Il giardino "La serpara"

Civitella d’Agliano – Il giardino “La serpara”

Civitella d’Agliano – E’ andata in scena la quarta edizione della performance di Francesco Pecorari intitolata “Tra buio e silenzio”.

A ospitare l’evento è stato il giardino di sculture dell’artista svizzero Paul Weidmer “La Serpara” a Civitella d’Agliano.

Una performance tra improvvisazioni nei linguaggi delle tradizioni jazz, popolare e contemporanee. Un sax solo tra giochi di riverberi ed echi naturali, un succedersi di musiche che ci lasciano esplorare alcuni margini di confine tra classico e contemporaneo, artificio ed emozione.

Un’esperienza, un percepire, un vivere lo spazio e il luogo attraverso differenti stimoli sensoriali. Un’esplorazione del territorio attraverso gli elementi primordiali come buio e silenzio. Un’ora senza luce è un’ora fuori dalla quotidianità del vivere contemporaneo, che ci riporta ad un momento di riflessione, verso una dimensione senza tempo.

Improvvisazioni come forma di racconto e soprattutto viaggio e ricerca, luoghi ai margini della nostra attenzione e della convenzione. Nel corso della performance sono state eseguite anche le musiche di “Tying Sounds”, un progetto di cooperazione e ricerca musicale sviluppato dallo stesso musicista la scorsa estate in Kenya e di prossimo sviluppo in sud America.


Condividi la notizia:
18 giugno, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR