--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Bordate verso il governo gialloverde da Nicola Procaccini, europarlamentare FdI all'incontro con associazioni di categoria e imprese della Tuscia

“I debiti restano debiti e qualcuno li pagherà”

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Nicola Procaccini

Nicola Procaccini

Mauro Rotelli e Nicola Procaccini

Mauro Rotelli e Nicola Procaccini

Viterbo - L'incontro FdI con Procaccini

Viterbo – L’incontro FdI con Procaccini

Mauro Rotelli , Nicola Procaccini e Massimo Giampieri

Mauro Rotelli , Nicola Procaccini e Massimo Giampieri

Viterbo – “I debiti restano debiti e qualcuno li pagherà”. Nicola Procaccini prova a smontare la narrazione portata avanti dal governo italiano e la contrapposizione con l’Europa.

Il neo eletto eurodeputato di Fratelli d’Italia al Salus Terme incontra associazioni di categoria e imprese della Tuscia.

“Se i soldi ottenuti li sputtani col reddito di cittadinanza – osserva Procaccini – non te la puoi prendere con la Merkel. Sarà uno degli argomenti che porteremo avanti. Si fanno debiti senza badare alla qualità, ma alla quantità”.

Ce n’è anche per la regione Lazio. “Si è incartata da troppo tempo e genera un blocco della ricaduta sul territorio dei finanziamenti europei indiretti.

So quanto sia umiliante per un sindaco, fare i viaggi della speranza in regione, a parlare con un funzionario e sperare che lavori per te. Sperare di portare qualcosa sul territorio”.

Procaccini conosce bene il lavoro di primo cittadino, avendo amministrato Terracina.

D’infrastrutture e trasversale parla Andrea Belli (Ance).

“Questo territorio – spiega Belli – sconta una carenza storica in infrastrutture. Abbiamo visto grandi progetti e zero realizzazioni. L’opera che a breve poteva essere completata è la Trasversale, ma è tutto fermo per un ricorso al Tar”.

C’è lo sblocca cantieri. “Ma non sbloccherà niente – teme Belli – forse li bloccherà. Le infrastrutture portano lavoro alle nostre imprese, ma le opere rappresentano una ricchezza per tutti, che resta sul territorio.

Ne abbiamo tante d’incompiute, Cassia, ferrovia, Ma la prima è la Trasversale, che si sta allontanando”.

Luigia Melaragni (Cna) si sofferma sulle eccellenze legate al territorio, da valorizzare. Quindi le certificazioni e le tutele del made in Italy contro gli abusi.

Giuseppe Crea (Federlazio) prosegue sulla linea della tutela dei nostri prodotti. Puntando al settore ceramico sanitario, del distretto di Civita Castellana.

Ci sono le piccole e medie imprese, trascurate, come ricorda Andrea De Simone (Confartigianato): “Troppo spesso le politiche creditizie, gli appalti sono orientati alle grandi imprese”.

Argomenti molti. Fratelli d’Italia vuole portare le istanze dei territori in Europa. Come si vedrà. Le nuove commissioni e i vari organismi vanno ancora formati.

“Ma la nostra presenza fra i conservatori – spiega Nicola Procaccini – ci permette d’essere strategici nelle decisioni. Gli altri gruppi dovranno confrontarsi con noi”.

Le imprese sono interessate alle opportunità che l’Europa può offrire. Finanziamenti compresi. “In quelli indiretti – sostiene Procaccini – a volte la regione ci mette del suo per complicare la situazione, mentre quelli diretti per l’Italia rappresentano una chimera, per le difficoltà ad arrivarci”.

Lavoro non manca. “L’idea – spiega Mauro Rotelli – è quella di responsabilizzare i parlamentari europei del fatto d’essere stati eletti in questi territori e quindi, farsi carico delle problematiche e delle esigenze”.

Dopo le attività produttive, l’incontro con gli amministratori FdI.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
17 giugno, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR