--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Caffeina - Vanessa Roghi presenta il suo ultimo libro sulle tossicodipendenze “Piccola città”

“L’eroina ti toglie ogni tipo di sensazione, di dolore, di sofferenza… come la morte”

di Giacomo Di Costanza - Tusciaweb Academy
Condividi la notizia:

Caffeina Caffeina - Vanessa Roghi

Caffeina – Vanessa Roghi

Caffeina - Vanessa Roghi

Caffeina – Vanessa Roghi

Caffeina - Vanessa Roghi

Caffeina – Vanessa Roghi

Viterbo –  “Quando muore una persona per overdose non si va mai a cercare le cause reali della morte ma si fa sempre un discorso di tipo moralistico. Se vai in un rave e poi muori, te la sei cercata! Il punto è che nessuno se la cerca e che ci vogliono delle minime misure di sicurezza”. Vanessa Roghi, docente universitaria, ricercatrice e scrittrice, presenta al Caffeina festival 2019 “Piccola città”.

Libro sullo spinoso tema delle tossicodipendenze, affrontate in una chiave storica, sociale e psicologica. Libro che dà voce agli ultimi, ai reietti della società. Ai drogati, come suo padre.

Mossa da dolorose vicende personali, Roghi descrive come le droghe, da svago per ricchi, negli anni ’70 siano diventare un fenomeno di massa. Afferma: “In quegli anni, l’eroina prende il sopravvento in tutti gli strati sociali”. Lo stato però reagisce. Con nuove leggi che distinguono chi fa uso di droghe da chi spaccia.

L’obiettivo? Riduzione del danno. Prevenzione. Sostegno, anche psicologico. I tossicodipendenti possono essere aiutati dai medici. Devono essere curati.

“Il danno va limitato”. Come d’altronde avviene oggi. Spiega Vanessa Roghi che nei luoghi dove si radunano i giovani, in posti come i rave, ci sono sempre dei volontari medici e infermieri che “ti aiutano a resuscitare”. E infatti, continua: “Si muore soprattutto per solitudine. Per mancanza di un immediato aiuto”.

Da saggio storico, il dettagliato volume, edito da Laterza, si propone di descrivere anche perché si diventa tossicodipendenti. Oggi come ieri. La scrittrice afferma: “C’è un aspetto di autocura nella droga. Ci siamo abituati a reagire a ogni minima sofferenza con l’aiuto di qualcosa. L’eroina è quel qualcosa che apparentemente aiuta a livelli incredibili”. Si tende a ignorare i propri sentimenti. A non volerli provare. A negarseli. Ed infatti “L’eroina ti toglie ogni tipo di sensazione, di dolore, di sofferenza. È molto vicina alla morte. Questa perciò è una scelta contro ogni tuo sentimento”.

Un saggio storico ma anche un invito a vivere la vita. Nonostante la sofferenza. Perché per quanto difficile possa essere, ne vale sempre la pena.

Giacomo Di Costanza – Tusciaweb Academy


Condividi la notizia:
26 giugno, 2019

Caffeina 2019 ... Gli articoli

  1. “Hanno voluto colpire don Peppe Diana nel suo essere sacerdote...”
  2. "Un gatto non dice sciocchezze, non è intollerante, non è ridicolo e... non abbaia"
  3. "Nel silenzio delle parole c'è la grandezza del rapporto tra genitori e figli"
  4. Uno straordinario simbolo di libertà...
  5. "Metteremo a disposizione di tutti i libri di Massimo Bordin..."
  6. “La camorra uccide anche senza premere il grilletto”
  7. “Il Trono di Spade è la patria letteraria di questo tempo”
  8. "L'omicidio Moro è stata la fonte dei mali della politica d'oggi"
  9. "Sciascia? Attuale come Dante o Shakespeare”
  10. "Matteo Salvini se la fa sotto quando deve prendere di petto un potente..."
  11. "Quella volta che decisi di smettere di giocare per due tunnel di Messi..."
  12. "Nella scala etica che creiamo, alcuni valgono dieci e altri uno"
  13. "Non bisogna avere paura di essere liberi"
  14. "Le nuove generazioni prendono spunto dalla femminilità oggettivizzata"
  15. "Caffeina è un riferimento nazionale che dà speranza..."
  16. "C'è un ministro multifelpa che decide per tutti..."
  17. “Il conflitto di interessi è l’anticamera della corruzione”
  18. “Perché rinunciare a qualcosa? Prendi tutto, pagalo a rate! "
  19. "E' la storia di un eroe del nostro tempo che pensa di poter comprare un riscatto sociale"
  20. Lo sfortunato destino del soldato di Berlino Est che saltò il muro...
  21. Gianluigi Paragone: "Non farò carriera politica..."
  22. “Può il più grande partito italiano passare di padre in figlio?"
  23. La militanza politica, il compagno Sallusti e Pelo superfluo...
  24. "La mia scelta di vita è ricaduta sui miei figli e ho avuto paura di non essere capita..."
  25. "E' puro terrorismo psicologico..."
  26. “Diversità e gentilezza, il mio viaggio insieme a mio figlio Nino affetto da autismo...”
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR