--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio a cinque - Dopo la promozione il presidente dell'Active network Paolo Fusi annuncia l'importante novità e punta ancora più in alto: "In A2 per raggiungere i playoff, vogliamo la serie A"

“Nasce il settore giovanile, vogliamo portare i talenti viterbesi in prima squadra”

di Samuele Sansonetti
Condividi la notizia:

Sport - Calcio a 5 - Active Network Viterbo

Sport – Calcio a cinque – Active network

Sport - Calcio a cinque - Active network - L'esultanza dei viterbesi

Sport – Calcio a cinque – Active network – L’esultanza dei viterbesi dopo la finale

Viterbo - Arena premia l'Asd Active Network Futsal

Sport – Calcio a cinque – Active network – La squadra premiata dal sindaco Giovanni Arena

Viterbo – Programmazione. Cultura del calcio a cinque. Radicamento sul territorio.

L’Active network è un fiume in piena e dopo la fresca promozione in serie A2 sta sviluppando una serie di progetti sportivi che puntano ad arrivare ancora più in alto, provando ad avvicinare molti più tifosi e giovani atleti alla disciplina del futsal.

La novità più importante riguarda senz’ombra di dubbio la creazione di un settore giovanile che permetterà alla squadra del presidente Paolo Fusi di sfornare talenti “a chilometro zero”. Con l’obiettivo futuro di avere più di un elemento della Tuscia nel roster della prima squadra e senza doversi affidare per forza di cose a giocatori di altre regioni o addirittura stranieri.

La decisione è arrivata dopo il successo nella finale dei playoff contro l’Atletico New team di Roma: il doppio confronto ha premiato i viterbesi con il salto di categoria nonostante in estate la squadra stesse addirittura per non iscriversi.

Presidente Fusi, avete iniziato tardi ma vi siete rifatti nel finale. Che stagione è stata?
“L’intenzione era quella di non iscriverci per alcuni torti subiti nella stagione precedente. Poi, però, abbiamo deciso di continuare col nostro progetto e formare un roster competitivo che potesse puntare alla promozione diretta. Alcuni infortuni pesanti ce l’hanno impedito ma siamo riusciti a centrare l’obiettivo grazie ai playoff”.

La finale di ritorno, vista dall’esterno, è stata fantastica. Risultato sempre in bilico e un 3-3 che alla fine ha premiato voi.
“E’ stata una partita complicata. L’Atletico è una squadra ostica che a livello di fisicità è nettamente superiore a noi, che siamo molto più tecnici e bravi a sfruttare la qualità. Abbiamo combattuto fino alla fine e il risultato è stato a nostro favore, anche se gli avversari hanno avuto le loro belle occasioni. Paradossalmente è stato più facile battere il Pomezia in semifinale”.

La cornice di pubblico al PalaCus è stata fenomenale. Sperate che in serie A2 sia sempre così?
“Il nostro obiettivo è quello. Vogliamo accrescere la cultura del calcio a cinque nel viterbese e proprio per questo abbiamo deciso di creare tre squadre giovanili: una under 19, una under 15 e una scuola calcio. Vogliamo diffondere il nostro sport e portare la città di Viterbo ai massimi livelli del futsal. Non ci nascondiamo: puntiamo a raggiungere la serie A. Assieme al settore giovanile, però, ci devono essere strutture adeguate”.

Mi dà un assist per la prossima domanda. Dove giocherete la prossima stagione?
“Non lo so (sorride, ndr) ma entro una o due settimane lo sapremo con certezza. Abbiamo tre situazioni in ballo e speriamo di non dover traslocare fuori Viterbo. Confidiamo che non sia così: ho fiducia che troveremo una soluzione. Siamo anche disposti a costruirci una casa ma serve anche la disponibilità del comune, magari con un terreno”.

Come sono i rapporti con l’amministrazione comunale?
“Incoraggianti. Ci hanno chiamato e speriamo che a questo farà seguito anche un impegno concreto. Il tempo stringe ed è arrivato il momento di remare verso la stessa direzione. Il nostro è uno sport pulito e crediamo di meritarcelo”.

State già lavorando sul prossimo campionato?
“La squadra formalmente è già pronta. Si basa sulla riconferma del blocco che ha fatto bene quest’anno con l’aggiunta di tre o quattro giocatori di categoria superiore. Con due di questi abbiamo praticamente chiuso e sono nomi di alto profilo. Non vogliamo vedere com’è l’A2 ma vogliamo esserne protagonisti e arrivare almeno ai playoff. In panchina abbiamo confermato David Ceppi che è una garanzia: riesce a tirare fuori il meglio da tutti gli atleti a sua disposizione”.

Quando partirete ufficialmente con gli allenamenti?
“Il 22 agosto. Dove lo sapremo più avanti. Intanto mercoledì 19 giugno alle 18 si svolgerà il primo stage di selezione per il settore giovanile. Cerchiamo ragazzi nati dal 2000 al 2005 a cui consegneremo il materiale tecnico per poi fargli effettuare delle prove. Per partecipare basterà presentarsi al campo. Sarà presente anche David Ceppi. L’obiettivo è quello di partire dal basso e creare un background forte che ci consenta un giorno di avere almeno tre o quattro viterbesi in prima squadra. Per noi sarebbe un orgoglio”.

Samuele Sansonetti


Condividi la notizia:
12 giugno, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR