--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Il dato dell'ultimo rapporto Unicef

“Nel mondo ogni giorno 800 donne muoiono di parto”

Condividi la notizia:

Una donna incinta

Una donna incinta

Roma – “Nel mondo sono ogni giorno 800 le donne che al giorno d’oggi muoiono ancora di parto”. Il dato emerge dall’ultimo rapporto Unicef.

Lo studio, pubblicato sul sito Unicef, rileva che “sebbene in tutto il mondo siano stati compiuti molti progressi nel migliorare l’accesso delle donne ai servizi per la maternità, ogni giorno più di 800 donne muoiono ancora per complicazioni legate alla gravidanza”.

Sempre secondo lo studio: “Più di 5 milioni di famiglie in Africa, Asia, America Latina e Caraibi impiegano ogni anno oltre il 40% delle loro spese domestiche non alimentari in servizi sanitari per la maternità. Quasi due terzi di queste famiglie, ovvero circa 3 milioni, si trovano in Asia, mentre circa 1,9 milioni sono in Africa”.

Secondo l’analisi “i costi delle cure prenatali e dei servizi per il parto possono dissuadere le donne in gravidanza dal cercare cure mediche” mettendo così “in pericolo la vita delle madri e dei loro bambini”.

I dati poi sulle giovani madri. “A livello globale, le complicazioni legate alla gravidanza sono la prima causa di morte tra le ragazze tra i 15 e i 19 anni di età – si legge nel documento –. Poiché le ragazze adolescenti si stanno ancora sviluppando, sono a grande rischio di complicazioni se restano incinte. Inoltre, i loro figli sono più a rischio di morire prima del compimento del quinto anno di età”.

Il focus poi sulle spose bambine. “Le spose bambine – si legge nel rapporto –  hanno meno probabilità di ricevere cure mediche adeguate durante la gravidanza o di partorire in una struttura sanitaria, rispetto alle donne sposate da adulte. In genere, le spose bambine finiscono per avere molti figli di cui prendersi cura, spesso più delle donne che si sposano da adulte. In Camerun, Ciad e Gambia, oltre il 60% delle ragazze dai 20 ai 24 anni che si sono sposate prima dei 15 anni ha avuto tre o più figli, rispetto a meno del 10% delle donne della stessa età che si sono sposate da adulte”.


Condividi la notizia:
3 giugno, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR