--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Spettacolo - Il bilancio dello spettacolo del Gruppo spontaneo Canepinese

“Oltre 2mila spettatori per Tutto è bene quello che finisce bene”

Condividi la notizia:

Canepina

Canepina

Canepina – Riceviamo e pubblichiamo – Un tripudio, l’ultimo lavoro del gruppo teatrale Canepinese, scritto e purtroppo non diretto (fisicamente) dal nostro amico e regista Girolamo Pesciaroli.

La commedia dialettale in tre atti, con musiche e parole di Giuseppe Palazzolo, ha tenuto incollate per più di due ore oltre 2mila spettatori sulle sedie, panche, muretti, prato, in piedi, in occasione dei festeggiamenti della patrona di Canepina, santa Corona, che con maestria ed eleganza il comitato ha messo a disposizione della popolazione in piazzale I Maggio, come del resto per tutto il programma della festa.

La commedia “Tutto è bene quello che finisce bene” ha toccato dei temi attuali come la droga, l’uso sconsiderato dei pesticidi, il modo sbagliato di usare i max media e tanti altri messaggi che potrete venire voi stessi ad ascoltare nelle prossime repliche che andremmo a rappresentare in giro per la provincia.

E’ troppo facile per noi esaltare le doti di Momo come uomo e come scrittore, ma tutte le persone presenti di Canepina e tante di fuori lo hanno testimoniato.

Per mettere in atto questa commedia e far emergere tutta la sua profondità per il gruppo non è stato affatto semplice, tanto è vero che durante le prove, che sono durate 6 mesi, spesso andavamo in ansia e confusione, ma con l’esperienza degli attori storici, e soprattutto la voglia dei giovani ci ha tutti spronati a dare il meglio, tanto è vero che fin dalle prime battute dell’altra sera quando il pubblico ha iniziato ad applaudire, il gruppo è stato spinto a rappresentare una delle migliori interpretazioni di sempre.

Un grazie va al Comitato santa Corona, agli attori storici (dilettanti), ai giovani (dilettanti), all’autore delle musiche, agli interpreti dei suoni e musiche, e a tutto lo staff tecnico e non solo, ma non troviamo parole per ringraziare Momo che ci ha guidato per tutta la serata, sì, ci ha guidato lui perché era li con noi.

Gabriele Petti
Segretario del Gruppo spontaneo Canepinese


Condividi la notizia:
11 giugno, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR