--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - È successo questa mattina alle 4 ad opera di circa dieci individui

“Toglietevi la maglietta del Cinema America, siete antifascisti”, aggrediti quattro ragazzi

Condividi la notizia:

Roma - L'aggressione ai quattro ragazzi

Roma – L’aggressione ai quattro ragazzi

Roma - L'aggressione ai quattro ragazzi

Roma – L’aggressione ai quattro ragazzi

Roma – “Toglietevi la maglietta del Cinema America, siete antifascisti”, aggrediti quattro ragazzi.

È successo a Roma stamani alle 4 circa quando quattro ragazzi ventenni sarebbero stati aggrediti da una decina di persone. 

Questi ultimi avrebbero gridato: “Hai la maglietta del Cinema America, sei antifascista. Levati subito la maglietta, te ne devi andare”.

Poi la situazione è degenerata con il lancio di bottiglie fino ai pugni e testate. 

Uno dei quattro giovani è stato costretto alle cure dei sanitari ed è ricoverato all’ospedale Fatebenefratelli con traumi e fratture al naso mentre ad un altro sono stati messi tre punti di sutura al sopracciglio.

I giovani hanno reso pubblica l’aggressione con un post su Facebook.

“Eravamo a San Francesco a Ripa, all’inizio erano in due, hanno iniziato a insultarci – racconta David Habib nel post su Facebook – e in pochi minuti da due sono diventati quattro e dopo una decina, non siamo riusciti a scappare né a difenderci, non ci hanno lasciato liberi nemmeno di andare via. È stato un assalto pieno di violenza, che non riusciamo a comprendere, noi non abbiamo nemmeno risposto alle loro provocazioni. Io non ho acconsentito a togliere la maglietta e la conseguenza è stata una testata sul naso, che domani devo operare d’urgenza. È evidente che avessero già deciso di aggredirci. Abbiamo avuto la sensazione che ci avessero seguito da Trilussa fino a piazza San Calisto”.

“Noi ragazzi del Cinema America – continua il post – denunciamo questo atto gravissimo in una città e paese allo sbando dove la violenza non viene più condannata, ma anzi difesa e sdoganata da chi ci governa come strumento di giustizia. Ci costituiremo parte civile e sosterremo le spese legali. Non smetteremo mai di indossare le nostre magliette e lanciamo un appello affinché si indossi tutti insieme una maglia bordeaux”.

 


Condividi la notizia:
16 giugno, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR