Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Omicidio a Mammagialla - Nel carcere romano il 34enne reo confesso del delitto di Giovanni Delfino - Dopo il deposito dell'autopsia, la procura potrebbe chiedere l'immediato - Chiederà l'abbreviato condizionato alla perizia psichiatrica la difesa

Uccise il compagno di cella, trasferito a Rebibbia in attesa del processo

Condividi la notizia:

Viterbo - Omicidio a Mammagialla - La vittima: Giovanni Delfino

Omicidio a Mammagialla – La vittima, Giovanni Delfino

Franco Pacifici

Il pm Franco Pacifici – Titolare dell’inchiesta 

L'avvocato di Liberati, Antonio Maria Carlevaro

L’avvocato Antonio Maria Carlevaro – Assiste l’indiano 34enne

Viterbo – E’ stato trasferito nel carcere romano di Rebibbia in attesa del processo  Sing Khajan, il detenuto 34enne d’origine indiana che lo scorso 29 marzo ha aggredito e ucciso con uno sgabello a Mammagialla il suo compagno di cella, il viterbese 61enne Giovanni Delfino, in seguito a un litigio sul canale televisivo da scegliere per la serata.

Nel frattempo potrebbe essere prossima la chiusura dell’inchiesta. 

Per l’uomo, che ha confessato l’omicidio durante l’interrogatorio di garanzia davanti al gip Rita Cialoni, chiedendo scusa per il delitto, il difensore Antonio Maria Carlevaro conferma l’intenzione di chiedere il giudizio abbreviato condizionato alla perizia psichiatrica. Probabile, nel frattempo, data l’evidenza delle prove e la confessione, la richiesta di giudizio immediato da parte del pubblico ministero Franco Pacifici, che dovrebbe portare a una sentenza in tempi brevi.

Sing Khajan intanto, finito in carcere la notte tra il 13 e il 14 febbraio per tentato omicidio, dopo un periodo trascorso in isolamento presso l’infermeria di Mammagialla, è stato trasferito da un istituto di pena all’altro per la terza volta in quattro mesi.

Il 14 febbraio scorso era stato arrestato a Cerveteri per avere accoltellato il coinquilino settantenne in seguito a un litigio e condotto nel carcere di Civitavecchia. Da Civitavecchia è stato poi trasferito a Viterbo per avere aggredito un suo compagno di cella e un agente della polizia penitenziaria. Il 29 marzo, a Mammagialla, ha ucciso Delfino, morto poche ore dopo l’aggressione all’ospedale di Belcolle, nonostante i disperati tentativi di salvargli la vita da parte dei sanitari. Un’escalation di violenza sfociata in tragedia, dietro alla quale potrebbero nascondersi, secondo la difesa, patologie psichiatriche. 

Il 34enne, che rischia l’ergastolo, non avrebbe parenti in Italia. I genitori e i fratelli vivono in India. Lui invece, venuto in Italia a cercar fortuna, era finito a Cerveteri, dove lavorava saltuariamente in agricoltura e nella pastorizia. 

A Mammagialla divideva la cella con la vittima, che stava scontando in carcere un cumulo di pene per  condanne passate in giudicato per dei vecchi reati di lieve entità.

L’ultimo tassello per il futuro giudiziario di Khajan è il referto del medico legale che all’inizio di aprile ha effettuato l’autopsia su disposizione della procura, il professor Massimo Lancia, che si è preso sessanta giorni per depositare la consulenza, successivamente alla quale il sostituto Pacifici dovrebbe chiudere in tempi brevi l’inchiesta. 

Silvana Cortignani

 

 


Condividi la notizia:
11 giugno, 2019

Omicidio a Mammagialla ... Gli articoli

  1. "Se la perizia dirà che l'assassino è un pazzo, vogliamo sapere perché stava in cella con Delfino"
  2. "L'assassino di nostro padre avrebbe dovuto trovarsi in cella d'isolamento"
  3. Uccise il compagno di cella a Mammagialla, collegio di periti per stabilire se è sano di mente
  4. Ucciso in carcere da un detenuto, denunciati direttore e comandante della penitenziaria
  5. "L'ho ammazzato perché non voleva darmi l'accendino"
  6. Omicidio a Mammagialla, manca l'interprete di punjabi stop al processo
  7. Omicidio a Mammagialla, davanti ai giudici il killer di Giovanni Delfino
  8. Detenuto viterbese ucciso a Mammagialla, giudizio immediato per l'omicida
  9. "Omicidio a Mammagialla, quella sera solo due agenti per 300 detenuti"
  10. "La violenza in carcere non si risolve con la riapertura dei manicomi criminali"
  11. "Giovanni è chiamato alla vita che non muore"
  12. "E' partita la caccia alle streghe contro la penitenziaria"
  13. Convalidato l'arresto dell'omicida, domani i funerali di Giovanni Delfino
  14. "Aveva scelto lui di andare in carcere, per levarsi dalla strada e avere un tetto sulla testa"
  15. Tentò di uccidere il convivente a coltellate
  16. "Stavamo litigando su cosa guardare in tv e l'ho ucciso"
  17. "Va ricostruita la dinamica per valutare eventuali responsabilità del personale"
  18. "L'ho colpito con lo sgabello e l'ho ucciso"
  19. "Omicidio a Mammagialla, basta detenuti psichiatrici in celle comuni"
  20. "Omicidio a Mammagialla, riaprite gli ospedali psichiatrici giudiziari"
  21. Detenuto colpisce con lo sgabello il compagno di cella e lo uccide

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR