--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tuscania - Compostaggio - Il sindaco Bartolacci rinfresca la memoria al consigliere di opposizione e gli chiede di mostrare ai cittadini la sua vera posizione

“Ma Brachetti non era sostenuto da Natali che ha dato parere favorevole alla realizzazione dell’impianto?”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

I sindaco di Tuscania Fabio Bartolacci

Il sindaco di Tuscania Fabio Bartolacci

Regino Brachetti

Regino Brachetti

Tuscania – (p.p.) – “Alle ultime elezioni Brachetti era sostenuto dall’ex sindaco Natali che diede parere favorevole e adottò una delibera su una variazione urbanistica che ha permesso la realizzazione dell’impianto di compostaggio in quel sito. A quella votazione, si assentò. Perché non dice lui qual è la sua posizione sull’impianto, invece di buttare fango su un’amministrazione che è trasparente?”.

Dopo l’intervento di Regino Brachetti sull’impianto di compostaggio a Tuscania, il sindaco Fabio Bartolacci puntualizza. Perché ci sono cose che non gli tornano.

Inizia quindi col fare un passo indietro: “Ho letto – dice Bartolacci – con grande stupore l’intervento di Regino Brachetti sull’apertura dell’impianto di compostaggio in località Fontanile delle donne.

Vorrei ricordargli però che a sostenere la sua lista, alle ultime elezioni, c’era anche l’ex sindaco Massimo Natali che, nel 2012, in conferenza dei servizi, non solo ha presentato parere favorevole, ma ha anche adottato una delibera di consiglio comunale per una variante urbanistica che ha permesso la realizzazione dell’impianto su quel sito”.

Per rinfrescare la memoria: “All’epoca, guarda caso, il consigliere Brachetti, nel suo stile alla Ponzio Pilato, era presente, ma al momento della votazione si è assentato. Lo deve quindi dimostrare lui ai tuscanesi se era favorevole o contrario. Anche perché, per la campagna elettorale del 2014, la mia posizione di contrarietà era nota a tutti, tanto che l’anno successivo, la mia maggioranza ha dato parere negativo in conferenza dei servizi. Le autorizzazioni vengono rilasciate dalla Regione Lazio che ha fatto una determina per l’apertura di quel sito. Brachetti mente sapendo di mentire nell’affermare che qualcuno abbia la forza di poter far rimanere chiuso quel luogo“.

Quindi l’affondo del primo cittadino: “Brachetti, che oggi vuole passare come salvatore del paese, in questi anni non ha mai mostrato la sua intenzione, che, nel segreto, poteva anche nascondere una posizione favorevole.

Col suo atteggiamento, pensa di buttare fango su un’amministrazione che è trasparente.

Nel suo intervento, anzi, offende le istituzioni che, in questi mesi, hanno lavorato per gestire l’apertura di questa struttura limitando l’impatto negativo per la città”.

Bartolacci chiude con un’ulteriore annotazione: “Purtroppo per lui, le elezioni sono finte e ha perso l’unica occasione che aveva per poter ritornare a ricoprire quel ruolo tanto agognato. Basta buttare fango sugli altri e iniziasse davvero a pensare al bene del paese”.


Articoli: Regino Brachetti: “Grazie al duo Bartolacci-Liberati Tuscania diventerà la pattumiera del viterbese”


Condividi la notizia:
19 luglio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR