--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Milano - La procura ipotizza la corruzione internazionale - Gianluca Savoini si difende: "Non ho mai preso soldi dalla Russia"

Fondi russi alla Lega, indagato l’uomo di Salvini per i rapporti con il Cremlino

Condividi la notizia:

Gianluca Savoini con Vladimir Putin

Gianluca Savoini con Vladimir Putin

Milano – “Gianluca Savoini, il leghista presidente dell’associazione Lombardia-Russia, è indagato nell’inchiesta della procura di Milano che ipotizza una corruzione internazionale su presunti fondi russi alla Lega”. Lo riporta Repubblica.

L’indagine del procuratore aggiunto Fabio De Pasquale e dei pm Sergio Spadaro e Gaetano Ruta del dipartimento Reati economici transnazionali, sarebbe stata avviata dopo la pubblicazione, a febbraio, della ricostruzione giornalistica della vicenda da parte dell’Espresso.

“Nell’ipotesi di corruzione internazionale – spiega Repubblica – i pm devono verificare se nella presunta compravendita di petrolio, una parte del prezzo, oltre a quella che, stando alla registrazione audio pubblicata da Buzzfeed, doveva finire alla Lega, sia o meno arrivata a funzionari pubblici russi. Da qui l’ipotesi di corruzione internazionale.

Al centro della vicenda – prosegue Repubblica -, ci sarebbe Gianluca Savoini, animatore dell’associazione Lombardia-Russia. Ieri il sito americano Buzzfedd ha pubblicato ampi stralci di alcune registrazioni dalle quali emergerebbe che il 18 ottobre scorso Savoini si sarebbe incontrato con alcune persone ‘per negoziare i termini di un accordo per inviare milioni di dollari frutto dei proventi del petrolio russo al partito di Salvini, attraverso un canale segreto'”.

Savoini all’Adnkronos ha dichiarato: “Non ho mai preso soldi dalla Russia, non ho mai parlato a nome della Lega e di Salvini, non ho mai fatto cose illegali e non ho mai incontrato ‘emissari del Cremlino'”.

 

Immediata anche la reazione di Salvini: “Ho già querelato in passato, lo farò anche oggi, domani e dopodomani. Mai preso un rublo, un euro, un dollaro o un litro di vodka di finanziamento dalla Russia”.


Condividi la notizia:
11 luglio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR