--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

La Tuscia in fiamme - Cinque incendi in tutta la provincia - Due lungo le strade Signorino e Dogana, gli altri tra Montefiascone, Bolsena e Tarquinia - Ettari di grano andati in fumo durante il periodo del raccolto - FOTO E VIDEO

“Il fuoco sembrava come una mietitrebbia…”

di Daniele Camilli

Condividi la notizia:


Viterbo – Decine di ettari in fumo. In un batter d’occhio. E’ bastato un pomeriggio. Cinque incendi. In tutta la Tuscia. Viterbo, almeno due, poi Montefiascone, Bolsena e Tarquinia. Vanno a fuco canneti e sterpaglie. Quelle che si affacciano sull’asfalto lungo le strade di campagna. Ma pigliano fuoco anche frutteti e campi di grano. Come in strada Signorino, a ridosso delle campagne che si aprono a ovest di Viterbo, verso Tuscania e Tarquinia.

“C’è passata la mietitrebbia”, ha detto uno dei proprietari del fondo appena andato a fuoco in strada Signorino 11. “Il fuoco sembrava fosse una mietitrebbia”. Si riferisce all’incendio che gli ha raso al suolo in pochi istanti almeno 3 ettari di grano. Come la mietitrebbia. Una di quelle che si vedono la mattina passando per la vetrallese. Solo che la mietitrebbia delle fiamme non dà frutto. E arriva proprio durante la stagione del raccolto.


Viterbo - L'incendio in strada Signorino 11

Viterbo – L’incendio in strada Signorino 11


L’incendio in strada Signorino ha coinvolto più punti. Focolai partiti qua e là nel pomeriggio, spinti in parte dal vento. Sul posto i vigili del fuoco, che hanno coordinato tutte le operazioni, e la protezione civile. C’è anche l’associazione nazionale carabinieri. Nello specifico il gruppo protezione civile Tuscia Viterbo del presidente Roberto Tisbi e i Volontari del soccorso di Vetralla del presidente Marco Aquilani. Entrambi, comunque sia, di Vetralla. Il primo di Tre Croci. Il secondo di Cura.

In strada Signorino il fuoco divampa in più punti. Distanti tra loro. Uno è anche a ridosso di una casa. Con il fumo che gli arriva, dentro casa. Dal fumo esce pure una signora che prima dice di essere tedesca poi chiede di non fare foto alla villa.


Viterbo - Daniele Marci

Viterbo – Daniele Marci


I punti che lungo strada Signorino vanno a fuoco sembrano vivere di vita propria. E ogni tanto, anche se sono stati spenti qualche minuto prima, riprendono fuoco. Come è successo al civico 11, col numero in ferro battuto e sopra un gallo a indicare la direzione del vento. In pochi istanti il secco ha preso fuoco e il fuoco s’è arrampicato sulla collinetta di fronte prendendo di petto un campo di grano. Basta vedere video e gallery.


Viterbo - L'incendio in strada Signorino 11

Viterbo – L’incendio in strada Signorino 11


Sul posto la protezione civile e i pompieri. A spegnere l’incendio Daniele Marci della protezione civile. Assieme a lui Marco Aquilni. A valle, vigili e Roberto Tisbi. “Noi veniamo chiamati, oppure avvistiamo noi stessi un incendio e interveniamo – racconta Marci. Nel frattempo spegne il fuoco -. Avvisiamo la centrale operativa e andiamo direttamente sul posto”.

“Abbiamo operato – commentano Aquilani e Tisbi – cercando di salvare il salvabile”.


Viterbo - Marco Aquilani e Roberto Tisbi

Viterbo – Marco Aquilani e Roberto Tisbi


Cinque incendi in tutta la provincia. Oltre a strada Signorino, e sempre a Viterbo, c’è stato un altro incendio in strada Dogana. Le fiamme si sono estese per 8 ettari. Uno di bosco e sette di campi.


Viterbo - Daniele Marci

Viterbo – Daniele Marci


A fuoco anche una campo a Bolsena in località Poderaccio. Le fiamme sarebbero partite da una rotoballa e avrebbero raggiunto un bosco nelle vicinanze. Stando alle primissime ricostruzioni un macchinario si sarebbe rotto andando a innescare l’incendio proprio durante la lavorazione del fieno. Ad intervenire i vigili del fuoco con la squadra di Gradoli, il Dos, due elicotteri, i carabinieri e i forestali.


Viterbo - Incendio in strada Signorino

Viterbo – Incendio in strada Signorino


Fiamme pure Tarquinia e a Montefiascone in località Coste dove sono andate a fuoco soprattutto sterpaglie. Tuttavia le fiamme hanno lambito anche alcune abitazioni. Sul posto sono intervenuti una squadra della Asvom di Montefiascone con un mezzo antincendio. Le operazioni sono durate un’ora. Sul posto anche una pattuglia dei carabinieri radiomobile Montefiascone. In località Pantano ha preso fuoco anche un boschetto.

Daniele Camilli


Multimedia – Fotocronaca: Incendio in strada Signorino – L’incendio divampa nelle campagneL’intervento di pompieri e protezione civile – Video: Va a fuoco un campo di grano in strada Signorino 11

Articoli: Tuscia in fiamme – Incendio a Tarquinia, due ettari di sterpaglie e boscaglia in fiamme


Condividi la notizia:
23 luglio, 2019

Reportage 2 ... Gli articoli

  1. Por la libertad de Josè Pacella - Per la libertà di Josè Pacella
  2. "L'Islam è amore per la vita"
  3. Le strade che raccontano la memoria di chi non c'è più
  4. "Pasquinelli e Carloni si devono subito dimettere..."
  5. Il turismo "dimezzato" della città dei papi
  6. "Io e mio figlio siamo vivi per miracolo..."
  7. Sfiorata la strage di mamme e bambini
  8. Commercio, la "strage" di via Saffi
  9. Centoquarantadue soldati francesi sepolti "gloriosamente" lungo la Cassia...
  10. "Possiamo finalmente riavere la nostra libertà..."
  11. "Siamo intrappolati in casa da settimane per colpa di un ascensore..."
  12. A cena con i briganti ai piedi di Montefogliano...
  13. "Gli immigrati ci danno lavoro, mancano invece i servizi e il quartiere è dimenticato..."
  14. "La morte di Joshua richiama tutti alle nostre responsabilità..."
  15. Le porte della città vanno di male in peggio...
  16. "Avrei voluto una famiglia e dare ai miei figli tutto ciò che io non ho avuto..."
  17. "Abbiamo voluto riscattare le ex Terme Inps..."
  18. "Scegliamo di essere migliori perché si è scelto di amare..."
  19. "Dedicheremo il prossimo anno scolastico a Joshua Anyanwu..."
  20. "I soldi non ci sono... e i saldi non funzionano"
  21. Il Lazio tra le regioni con il più alto numero di morti sul lavoro, la Tuscia tra le province
  22. Vanno salvati gli affreschi dimenticati di Santa Maria delle Fortezze
  23. Venticinque milioni e mezzo di "tasse occulte" nella Tuscia
  24. Torna alla luce un fontanile del XVI secolo
  25. "Il festival di Modena avrebbe fatto meglio a invitare altre persone"
  26. Sotto "controllo" il cantiere di Belcolle
  27. "Una volta lavoravano marito e moglie, adesso la crisi si è ripresa tutto..."
  28. "Alla fine ce l'hanno cavata!"
  29. Benvenuti nella savana
  30. "E' un mese che siamo senza gas e mio marito è disabile"
  31. "La comunità islamica è parte integrante della nostra società"
  32. La battaglia di Ferento
  33. Pratogiardino Lucio Battisti nel degrado e nel più completo abbandono
  34. La città invasa dall'erba...
  35. "Le fontane erano il simbolo del buon funzionamento del comune"
  36. "Sui diritti umani non si può abbassare la guardia"
  37. Il tempo delle ciliegie vince quello della pioggia
  38. Gli studenti del Ruffini "processano" la violenza di genere
  39. "Viviamo in un paese dove associazioni a delinquere fasciste tentano di dividere i poveri..."
  40. "Sono quattro mesi che siamo "carcerati"..."
  41. Piazza del comune gremita per costruire una città migliore
  42. "Non parlava con nessuno, abitava qui e ogni tanto prendeva l'auto della donna con cui viveva"
  43. "Mezzetti ha offeso le forze armate, ha fatto bene il generale Riccò a lasciare la cerimonia"
  44. "Se non mi spiegano dove ho offeso l'esercito, sono dei cialtroni e dei mascalzoni..."
  45. "C'hanno messo una crocetta e quel tedesco sul terreno nostro è sotterrato..."
  46. "Il tempo com'è, bono o cattivo, noi venimo sempre qui da Pucciarella..."
  47. La "faccia" sporca della città
  48. Una linea d'abbigliamento e un logo per rafforzare l'identità della scuola
  49. La Pasqua al rallentatore nella città dei papi
  50. La processione del Cristo morto illumina Bagnaia
  51. "Frammenti di vita per riuscire a stare insieme..."
  52. "Chi ha fatto del male pagherà..."
  53. "Va fatto un restauro complessivo di tutte le fontane storiche e monumentali"
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR