--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - La mostra "Us and Them", del fotografo viterbese d'adozione, dal 9 al 19 luglio alla sala del Cenacolo

Gianluca Uda espone alla camera dei deputati

Condividi la notizia:

Uno scatto di Gianluca Uda

Uno scatto di Gianluca Uda

Uno scatto di Gianluca Uda

Uno scatto di Gianluca Uda

Uno scatto di Gianluca Uda

Uno scatto di Gianluca Uda

Roma – Dal 9 al 19 luglio alla sala del Cenacolo della camera dei deputati, Gianluca Uda, viterbese d’adozione, esporrà il proprio lavoro fotografico “Us and Them, il racconto degli uomini comuni”.

L’evento è stao promosso e innaugurato da Marta Grande, presidente commissioni esteri, Mirella Emiliozzi, deputata commissione esteri, Gianluca Uda, autore delle foto, Gaspare Marinello, commissione diritti umani ed Enrico Mariutti, vicepresidente Isag.

Us and them è un racconto fotografico, composto da quaranta scatti, che ha come protagonista l’umanità che vive nel sud del mondo. Dal Kenya al Bangladesh passando per la Turchia e il sud America; un intreccio di storie e volti restituiti con profondità e precisione dallo sguardo di Gianluca Uda.

Il clima è uno dei protagonisti di questa narrazione, così come la recente crisi economica mondiale che ha dato luogo a grandi disparità e generato profonde ingiustizie sociali. Due fenomeni, questi, fortemente legati fra loro, che in realtà sono due facce della stessa medaglia e stanno segnando in maniera indelebile il secolo che viviamo.

In un’epoca nella quale siamo tutti più interconnessi la vera sfida è dunque organizzarsi per affrontare insieme battaglie centrali come quella per la sostenibilità ambientale, il rispetto dei diritti dell’uomo e l’organizzazione di un sistema economico più giusto ed equo, che ponga al centro la persona e non il profitto. Questi scatti vogliono essere un pungolo, un’occasione di riflessione e uno stimolo all’azione perché, come ci ammoniva il filosofo epicureo Filodemo di Gadara “Dobbiamo salvarci l’un l’altro”.

Gianluca Uda nasce a Roma nel 1982, scopre la fotografia da bambino con l’aiuto del padre Francesco. Per molti anni ha lavorato con associazioni umanitarie e sociali, occupandosi di diritti umani e progetti di sviluppo. Ha vissuto in diversi paesi, tra cui il Bangladesh, il Kenya, l’Ecuador e lo Sri Lanka. Da poco è rientrato dal Brasile dove ha collaborato con la Onlu Il Sorriso dei miei Bimbi che si occupa di educazione e sviluppo nella favela di Rocinha, rio de Janeiro.

Nel 2013 ha partecipato al festival della fotografia etica di Lodi, con il progetto Lamiere da cui verrà tratto un libro mentre nel 2019 è stato tra i vincitori del premio “Closer” promosso dal Witness journal.

La fotografia è per lui uno strumento di denuncia sociale attraverso il quale risvegliare le coscienze.


Condividi la notizia:
10 luglio, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR