Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montefiascone - Alla Rocca dei Papi sono stati in mostra 12 quadri lignei dell’artista prematuramente scomparso

“I linguaggi dell’arte”, 2mila visitatori per le opere di Paolo Pezzato

Condividi la notizia:

Montefiascone - La mostra "I linguaggi dell’arte"

Montefiascone – La mostra “I linguaggi dell’arte”

Montefiascone - La mostra "I linguaggi dell’arte"

Montefiascone – La mostra “I linguaggi dell’arte”

Montefiascone - La mostra "I linguaggi dell’arte"

Montefiascone – La mostra “I linguaggi dell’arte”

Montefiascone – (m.m.) – “I linguaggi dell’arte”, 2mila visitatori per le opere di Paolo Pezzato.

Circa 2mila persone hanno visitato la mostra “I linguaggi dell’arte” alla Rocca dei Papi con le opere lignee realizzate da Paolo Pezzato, artista montefiasconese scomparso prematuramente nel mese di gennaio all’età di 55 anni.

L’iniziativa, organizzata dall’associazione “Paolo Pezzato” onlus, è andata in scena dal 15 al 30 giugno e ha visto l’esposizione di dodici opere delle quaranta dell’artista.

Tra queste c’era il “Cristo morente” che è l’opera più imponente della collezione, che era stata anche esposta nella basilica di stato di santa Maria degli angeli e dei martiri a Roma.

Tra le 12 realizzazioni c’era anche la “tigre bianca” che rappresenta l’unico animale della collezione.

La mostra è stata l’occasione per una raccolta fondi a favore del reparto di oncologia di Belcolle e per effettuare il tesseramento all’associazione.

Paolo Pezzato, scomparso prematuramente all’età di 55 anni, professionista delle istituzioni e della Asl di Viterbo, è stato un artista poliedrico inventore di un’innovativa tecnica che fonde fotografia, pittura, scultura, con l’uso del legno su fondo nero.

Nel corso degli anni le sue opere sono state esposte a Montefiascone, Viterbo, Roma, Civitavecchia, Napoli, Firenze, Bologna, Torino e Verona. Fu scelto da Vittorio Sgarbi nel febbraio 2016 per il progetto editoriale “I maestri dell’arte contemporanea” e il volume “Italiani”.

Oltre alla mostra, l’iniziativa alla Rocca dei Papi è stata composta da sei appuntamenti culturali: l’inaugurazione, il saggio di pianoforte a cura di Paola Canfora, la serata musicale “Friends for the fox” con artisti vari che hanno reso omaggio a Paolo, il convegno scientifico a cura di Raffaele Macarone Palmieri, la presentazione del libro di Quinto Ficari “I misteri dell’affresco” e il concerto “in memoriam” con la pianista Paola Canfora e il soprano Mariella Spadavecchia.

Tutti gli eventi hanno riscosso un notevole successo con la sala completamente piena di pubblico. Il consiglio direttivo dell’associazione “Paolo Pezzato” onlus è già al lavoro per organizzare altri eventi emozionanti con le opere dell’artista.


Condividi la notizia:
3 luglio, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR