--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Civitavecchia - Rintracciato dai carabinieri e arrestato con l'accusa di tentato omicidio

Lo investe dopo una lite e scappa

Condividi la notizia:

L'auto sequestrata dai carabinieri di Civitavecchia

L’auto sequestrata dai carabinieri di Civitavecchia

Civitavecchia – Lo investe dopo una lite e scappa.

I carabinieri della compagnia di Civitavecchia hanno arrestato un 23enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentato omicidio, per avere investito con la sua auto un coetaneo dopo una lite per poi scappare.

La vittima, trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale di Civitavecchia, è stato ricoverata in prognosi riservata, per le lesioni riportate.

Chiamati dai sanitari, i carabinieri della stazione di Civitavecchia hanno immediatamente avviato le indagini, ricercando l’auto e il suo conducente, che comunque era stato riconosciuto da alcuni testimoni del fatto e grazie anche ai video registrati dalle telecamere di sorveglianza di un distributore di carburante nei pressi del quale era avvenuto il fatto.

I militari hanno controllato la sua abitazione e i luoghi che solitamente frequentava ma di lui nessuna traccia. Mentre le ricerche erano in piena attività i carabinieri lo hanno individuato nei pressi del pronto soccorso dove si stava recando, dicendo di stare male. I militari lo hanno bloccato e dichiarato in arresto con l’accusa di tentato omicidio.

Il giovane è stato successivamente ricoverato e trattenuto presso la struttura sanitaria in attesa della dimissione, per essere poi condotto presso il suo domicilio in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

I successivi accertamenti hanno permesso di trovare l’auto con la quale era stato compiuto l’investimento che aveva occultato nei pressi di un’officina. L’auto, sottoposta a sequestro, ha gli evidenti segni dell’investimento e tracce di sangue della vittima.


Condividi la notizia:
18 luglio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR