--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Astensione da lunedì nell'ambito dello scontro con il governo in corso da maggio scorso quando si interruppero le trattative sulla riforma

Magistratura onoraria, stop alle udienze civili e penali fino a venerdì

Condividi la notizia:

Viterbo - Tribunale

Viterbo – Tribunale

Viterbo – Stop da lunedì alle udienze civili e penali per lo sciopero indetto a livello nazionale dai magistrati onorari.

La protesta riguarda i processi davanti a giudici di pace, giudici onorari di tribunale e viceprocuratori. 

Anche a Viterbo la magistratura onoraria si astiene per protesta fino al 12 luglio dalle udienze civili e penali. Lo scontro con il governo è incorso da maggio scorso quando si interruppero le trattative sulla riforma e l’Italia poté assistere al primo sciopero dei giudici onorari.

In una nota dell’Associazione italiana magistratura onoraria vengono spiegati i motivi di questa decisione: “Grande rammarico che ad una deludente “politica partecipativa preconizzata da questo governo del ‘cambiamento’ sia ora seguito un calo del sipario appiattito sul suo legislativo in continuità con il predecessore”.

“A breve il magistrato professionale non vedrà triplicarsi il proprio ruolo, bensì anche il lavoro, non essendo plausibile che chi assume la responsabilità di un provvedimento non impieghi del tempo a valutare quanto abbozzato da altri. Il ghost writer – prosegue la nota – vedrà a rischio gli offensivi emolumenti attuali, costretto a presenziare in ufficio, ormai semivuoto, oltre le otto ore per maturare un diritto che prima maturava dopo cinque ore. Qualunque proposta si muoverà verso le direttrici della volontarietà dell’ufficio per il processo, del compenso dignitoso proporzionale al lavoro prestato, del riconoscimento della maternità, del diritto alla malattia, della previdenza a carico dello stato, troverà il sostegno della categoria in ogni sede”.
 

 

 

 


Condividi la notizia:
11 luglio, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR