--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sutri - Interviene Candida Pittoritto (Civiltà Italiana) dopo la seduta dell'8 luglio: "Tutti alla corte del sindaco Sgarbi"

“Nessun consigliere rinuncerà mai alla sua fettina di potere sociale…”

Condividi la notizia:

Candida Pittoritto

Candida Pittoritto

Sutri – Riceviamo e pubblichiamo – Coloro che si fossero illusi (noi no), credendo che in questo consiglio comunale dell’antichissima città di Sutri, dell’8 luglio, la cittadinanza avrebbe finalmente assistito a una presa di posizione autonoma, individuale e coerente da parte di alcuni consiglieri di giunta, costoro devono purtroppo accettare il triste fatto che, ancora una volta, nulla è successo. 

Ma noi ne eravamo certi che niente sarebbe accaduto. Nessun consigliere ha un’ennesima volta dimostrato il proprio amore per la città e per la dignità come valore assoluto, dichiarandosi infelice dell’attuale conduzione del paese. “More solito”, tutti in silenzio, statue di sale, convitati di pietra, Dante li avrebbe messi nell’Antinferno. 

Assente giustificato il sindaco che così, anche questa volta, ha dimostrato di disinteressarsi totalmente del suo comune e delle azioni della sua maggioranza, e, come atteso, ignorando la nostra proposta di dimissioni volontarie e di ritorno alle urne. Felicemente silente anche il vicesindaco. 

Quindi, “nihil novum sub sole”, nulla di nuovo sotto il sole anche questa volta. Lo ripetiamo: nessuno di loro si dimetterà mai, nessuno di loro rinuncerà mai a quella minuscola e apparente fettina di potere locale, nessuno vorrà mai ritornare nel nulla dal quale è emerso per alcuni mesi pur restando nell’ingombrante e soverchiante ombra del sindaco.

Insomma meglio restare così, meglio tenersi stretto quel miserrimo emolumento mensile a costo di soggiacere a pretese impossibili, insulti, offese e umiliazioni, se Parigi valse ben una messa per l’Imperatore Enrico V, che saranno mai un “incapaci” e altri graziosi epiteti distribuiti largamente e ripetutamente alla giunta, vicesindaco compreso, pur di mantenere salda la poltrona e dunque la pagnotta?

Dignità, amor proprio, rispetto, competenza e capacità sono in questo caso virtù (e mai talenti) del tutto ignote a questa maggioranza da sempre, ma se Atene piange Sparta non ride, ecco che l’opposizione ovviamente, come da “regolamenten uffizialen” non si oppone e resta in silenzio. Tutto nella norma.

Tanto rumore per nulla, tutto immobile e così resterà per i prossimi tre anni, fatevene pure una ragione, tuttavia è altrettanto certo che da parte nostra continueremo in maniera ostinata e contraria a combattere questo modus operandi che non ha per nulla a cuore il bene della cittadinanza e del paese.

Continueranno a odiarsi, a farsi i dispettucci e ad andare a cena insieme, con buona pace della cittadinanza sofferente. Non deporremo le “armi” della parola e dell’ironia, mai ci piegheremo a chi vuole il dominio assoluto sul popolo sovrano!

“Civilità Italiana” continuerà a difendere appunto tutto quel patrimonio che appartiene alla nostra gente, senza servilismi né familismi, senza pregiudizi né ideologie becere né opportunismo di qualsiasi sorta. 

Infine il ribelle Alessio Vettori, unico tra tutti i consiglieri presenti ad alzare una voce dissenziente, dinanzi al mutismo attonito dei suoi colleghi fedeli al sindaco, chiede formalmente che i consiglieri tutti, sottolineiamo tutti, di voler rinnovare ufficialmente la loro fiducia al sindaco.

Chiedendo inoltre che tale verifica venga effettuata in una prossima seduta di consiglio visto che il regolamento prevede siano necessarie 5 firme e al momento esiste solo la sua. 

Ovviamente, come sempre, come ci si poteva ben immaginare, il consiglio rigetta la proposta. Ci sarebbe sembrato strano il contrario. Bravi, un grande applauso, perché questo è coraggio!

Candida Pittoritto 
Civiltà Italiana


Condividi la notizia:
9 luglio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR