--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montefiascone - Il presidente del consiglio comunale Luca Bellacanzone (centrodestra) in una lettera indirizzata al sindaco

“Rinuncio al mio compenso fino alla fine del mandato”

di Michele Mari

Condividi la notizia:

Luca Bellacanzone

Luca Bellacanzone

Montefiascone – “Rinuncio al mio compenso fino alla fine del mandato”. Il presidente del consiglio comunale Luca Bellacanzone (centrodestra per Montefiascone) ha protocollato una lettera al sindaco Massimo Paolini dove rinuncia alla sua indennità fino al 2021.

Bellacanzone ha chiesto al primo cittadino di destinare l’importo totale, circa nove mila euro, in uno specifico capitolo di bilancio per essere utilizzato per servizi e pubblica utilità.

“L’importo totale al quale rinuncio fino alla fine del mandato – spiega il presidente del consiglio – è di circa novemila euro. Ho preso questa decisione il giorno stesso della mia nomina perché ho ritenuto giusto dare un mio piccolo contributo al miglioramento del paese nel quale vivo”.

La lettera con la rinuncia all’indennità è stata protocollata a palazzo Renzi Doria Sciuga nella giornata di mercoledì.

“Dichiaro – si legge nell’atto – di rinunciare all’intero ammontare del compenso previsto dal comune di Montefiascone come indennità per chi ricopre la carica di presidente del consiglio comunale. Chiedo altresì che l’intero ammontare del compenso previsto venga destinato a un capitolo di spesa del bilancio comunale finalizzato alla realizzazione di servizi e utilità sociali”.

Questi soldi saranno destinati a migliorie del paese come giardini e attività sociali.

“Le somme – continua Bellacanzone – saranno a disposizione per utilizzo a scopi di utilità sociale, ma ho preteso che sia io poi a decidere, anno per anno, come destinare questi soldi. Pensavo a giochi per bambini, miglioramento dei giardini o comunque cose del genere”.

Infine il presidente del consiglio, subentrato nel dicembre 2018 a Luciano Femminella, spera che il suo gesto non rimanga isolato e che possa essere seguito anche da altri.

Infatti la precedente amministrazione, guidata da Luciano Cimarello, fin dal suo insediamento, si era dimezzata l’indennità; stessa cosa avvenuta per il consiglio d’amministrazione di Villa Serena.

“Voglio lanciare un messaggio positivo – conclude Bellacanzone – ed essere anche di buon esempio, sperando che nel futuro possa essere seguito anche da altri”.

Michele Mari


Condividi la notizia:
20 luglio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR