--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - Lo ha dichiarato il presidente di Unindustria Filippo Tortoriello nel corso di un’intervista al Tgr Lazio sull'immondizia a Roma

“Il tema dei rifiuti non può essere guardato con le lenti dell’ideologia”

Condividi la notizia:

Filippo Tortoriello

Filippo Tortoriello

Roma – Riceviamo e pubblichiamo – “Il tema dei rifiuti a Roma pesa tantissimo in maniera negativa sul sistema economico della Capitale, è un dato oggettivo”.

Lo ha dichiarato il presidente di Unindustria Filippo Tortoriello nel corso di un’intervista al Tgr Lazio.

“Per fare un esempio – continua – basti pensare al turismo, dove c’è una crescita in termini di numeri e una caduta della spesa del 39%: Roma non è più una città attrattiva per il turismo di qualità”.

Durante l’intervista Tortoriello si è anche soffermato sulla cabina di regia convocata dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa: “E’ un fatto positivo che si analizzino tematiche che fanno parte di una esigenza sociale e che non devono essere caratterizzate da posizioni politiche: bisogna avere infatti una visione laica rispetto ai problemi e il tema dei rifiuti non può essere guardato con le lenti dell’ideologia”.

Il presidente Filippo Tortoriello ha ricordato anche la missione di Unindustria lo scorso aprile a Copenaghen per vedere come la Danimarca abbia affrontato il problema nell’ambito dell’economia circolare, chiudendo il ciclo dei rifiuti con la realizzazione di un termovalorizzatore che è tra i più moderni al mondo.

“Abbiamo creato un gruppo tecnico di lavoro – e proprio ieri c’è stato un incontro in Unindustria – per dare una risposta concreta per il futuro nell’ambito dell’economia circolare, utilizzando tutte le tecnologie a disposizione affinché questo problema possa essere risolto definitivamente”.

In merito al rischio di infiltrazioni mafiose collegato all’emergenza ambientale, paventato dal ministro Costa, durante l’intervista il presidente Filippo Tortoriello ha commentato: “L’unico rischio che io avverto è la stasi, l’incapacità di affrontare i problemi, tutto il resto sono aspetti che si gestiscono nell’ambito della legalità e della trasparenza”.

Unindustria


Condividi la notizia:
9 luglio, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR