--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Provincia - Palozzi (Pd) interviene per appoggiare la richiesta di seduta straordinaria di consiglio sui fitofarmaci proposta da Romoli (Centrodestra) - Nocchi: "L'ente si deve riappropriare del suo ruolo"

“Tutti ce l’hanno con il nocciolo ma è un albero da frutto come altri”

Condividi la notizia:

Viterbo - Concorso "A Silvia" - Maurizio Palozzi

Maurizio Palozzi

Pietro Nocchi

Pietro Nocchi

Alessandro Romoli

Alessandro Romoli

Viterbo – (g.f.) – “Tutti ce l’hanno con il nocciolo ma è un albero da frutto come altri”. Il dibattito sull’uso dei fitofarmaci continua e durante l’ultimo consiglio provinciale, Maurizio Palozzi (Pd) ha detto la sua, dopo che Alessandro Romoli, capogruppo d’opposizione, ha proposto una seduta straordinaria di consiglio sul tema.

Perché fra tanti che oggi si esprimono, palazzo Gentili è quello preposto a coordinare le iniziative. Non a caso: “Tra le tante cose dette in questi giorni – ricorda il presidente Pietro Nocchi – è stata più volte citata la provincia con il regolamento in esame nel 2015, consegnato all’attenzione dell’Università della Tuscia”.

Serve fare ordine. Senza eccessi o inutili allarmismi e nemmeno sottovalutando l’argomento. “Dovremmo convocare tutti sindaci – continua Palozzi – e discutere in questa che è la sede deputata per farlo”.

Un consiglio non solo straordinario ma anche aperto. “Ai rappresentanti di categoria – continua Palozzi – e dando voce a chi la mattina si alza e va lavorare, fatica sotto il sole, mentre qualcuno pensa che le cose vengano da sole, semplicemente guardandole. Invece sono frutto del lavoro, che passa anche dai trattamenti”.

Il nocciòlo è il nocciolo della questione. “È un albero da frutto come lo è il pesco o il melo – insiste Palozzi – dalle mie conoscenze, ha bisogno di minori trattamenti rispetto ad altri. Verso Bolsena, passando si vedono serre di ortaggi, immagino che i trattamenti li facciano anche lì”.

La seduta va convocata al più presto, per Eugenio Stelliferi, consigliere Pd e sindaco di Caprarola. “Va fatto in fretta – spiega Stelliferi – perché vedo spuntare tanti tavoli, oggi siamo tutti falegnami. La provincia deve prendersi le competenze che le spettano”.

La prefettura nel frattempo si è fatta promotrice nel radunare amministratori ed esperti. “Bene ha fatto – sottolinea Postiglioni (Pd) – in una fase di vacatio ha coperto una mancanza”.

E se manca una guida, ognuno trova la sua strada. “Spesso i sindaci – fa notare Palozzi – probabilmente con un eccesso di zelo ritengono di poter fare anche le leggi, invece di far applicare con le ordinanze quelle vigenti”. Riferimento nemmeno troppo nascosto a provvedimenti presi da alcuni comuni.

A chiedere la seduta, Alessandro Romoli, che ne ha proposto pure un’altra su argomento sempre attuale, quello dei rifiuti.


Condividi la notizia:
18 luglio, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR