--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Iraq - È della civiltà dei Mitanni, risalente al XV secolo avanti Cristo

Un antico palazzo riemerge dal fiume Tigri

Condividi la notizia:

Il palazzo riemerso dal fiume Tigri in Iraq

Il palazzo riemerso dal fiume Tigri in Iraq

Il palazzo riemerso dal fiume Tigri in Iraq

Il palazzo riemerso dal fiume Tigri in Iraq

Il palazzo riemerso dal fiume Tigri in Iraq

Il palazzo riemerso dal fiume Tigri in Iraq

Il palazzo riemerso dal fiume Tigri in Iraq

Il palazzo riemerso dal fiume Tigri in Iraq

Iraq – Un’antica civiltà poco nota torna alla luce grazie alla siccità del Tigri. 

Un palazzo dell’età del bronzo è riemerso dalle acque del fiume Tigri, in Iraq, nella regione del Kurdistan. 

È stato scoperto da un gruppo di archeologi tedeschi e curdi. Il palazzo risale al XV secolo avanti Cristo, al tempo dell’impero dei Mitanni, popolo poco conosciuto.

Gli studiosi dell’Università di Tubinga e l’amministrazione curda per le antichità ora sperano di ottenere nuove informazioni sulla politica, l’economia e la storia di questa misteriosa civiltà grazie all’analisi delle tavolette cuneiformi trovate nel palazzo.

Per Hasan Ahmed Qasim, archeologo curdo, “si tratta di una delle scoperte archeologiche più importanti, nella regione, degli ultimi decenni, resa possibile dalla collaborazione tra il team di ricerca curdo e quello tedesco”. 

L’area era stata allagata a seguito della costruzione della diga di Mosul a metà degli anni Ottanta; il sito era già stato scoperto nel 2010 ma gli archeologi non erano stati in grado di scavare e portarlo alla luce. Si sapeva, quindi, che le acque del Tigri custodivano un tesoro. Ma purtroppo non era visibile. 

Solo l’anno scorso, a causa della mancanza di precipitazioni, gli archeologi sono riusciti a iniziare scavi per salvare e scoprire finalmente le rovine, che cominciavano a intravedersi grazie alla diminuzione del livello dell’acqua.

La ricerca è stata guidata da Ahmed Ahmed Qasim e dalla dottoressa Ivana Puljiz, come progetto congiunto tra l’Università di Tubinga e l’Organizzazione di archeologia del Kurdistan (Kao) in collaborazione con la Direzione delle antichità Duhok.

“L’impero mitani è uno degli imperi dell’antico vicino oriente sui quali sono state fatte meno ricerche – ha detto Ivana Puljiz dell’istituto di studi antichi vicino orientali (Ianes) -. Le informazioni sui palazzi del periodo dei Mitanni sono finora disponibili solo da poche fonti”. Perfino la capitale dell’impero è avvolta nel mistero, non ancora identificata con certezza. 


Condividi la notizia:
7 luglio, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR