--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Serie C - Il centrocampista, protagonista di un precampionato positivo, traccia un bilancio del suo primo mese in gialloblù - Il presidente Romano convoca una conferenza stampa a sorpresa: ribaltone in panchina?

Antezza lancia la Viterbese: “Siamo sulla strada giusta”

di Samuele Sansonetti
Condividi la notizia:

Sport - Calcio - Viterbese - Stefano Antezza

Sport – Calcio – Viterbese – Stefano Antezza

Viterbo – Fine luglio. Precisamente giovedì 25.

Il caldo è torrido ma la Viterbese può iniziare a far firmare i contratti e al Rocchi arrivano i primi calciatori designati dalla nuova proprietà. Tra di loro c’è Stefano Antezza, reduce dal lungo viaggio da Matera e accompagnato dal padre, che mostra orgoglioso le foto di suo figlio durante gli anni alle giovanili della Juventus.

“Questo lo riconosci?” domanda al cronista presente. Impossibile dire di no, vista la capigliatura: correva il 2012 e Stefano Antezza (allora 16enne) si dava battaglia a centrocampo con un altrettanto giovane Adrien Rabiot, nella finale di un torneo under 19 in Qatar tra Juventus e Paris Saint Germain vinta dai secondi ai calci di rigore.

Ora alla Juventus ci è finito il francese mentre il centrocampista originario della Basilicata ha cercato fortuna in serie C tra Como, Renate e Sudtirol. Dopo tre stagioni in cui ha trovato abbastanza continuità l’arrivo a Viterbo, dove ha ritrovato il direttore generale Diego Foresti conosciuto ai tempi di Como.

In Lombardia abbiamo fatto una bellissima esperienza insieme – racconta Antezza – e nonostante le strade diverse siamo rimasti in buonissimi rapporti“.

Ora i due si sono ritrovati nella Tuscia, dove il giocatore punta a un minutaggio ancora maggiore rispetto al passato. Antonio Calabro lo sta impiegando parecchio come mezz’ala di destra: un ruolo in cui può donare stabilità alla squadra e consentire a Jari Vandeputte (la cui trasformazione in mezz’ala di sinistra procede a meraviglia) di sbilanciarsi in avanti con più frequenza.

Stiamo lavorando davvero bene – conclude Antezza –. C’è grande impegno sia da parte nostra che da quella dello staff. Il bilancio è molto positivo e siamo sulla strada giusta. Il campionato? Io sono pronto e sono contento di come stanno andando le cose. Ovviamente dobbiamo sempre metterci qualcosa in più ma sta andando tutto per il meglio“.

Dopo un giorno di riposo la squadra tornerà ad allenarsi oggi pomeriggio, contemporaneamente all’incontro che si terrà in comune tra il sindaco di Viterbo Giovanni Arena e il presidente del club Marco Romano. Un bel segnale di vicinanza accolto in maniera positiva dalla nuova società e che servirà a gettare le basi per una serie di collaborazioni future tra il club e palazzo dei Priori.

Una situazione perfetta, verrebbe da dire. Se non fosse per la conferenza convocata a sorpresa dal presidente Romano per stamani alle 11. Una mossa insolita, visto l’incontro di cui sopra: in caso di buone notizie, viene da pensare, il numero uno gialloblù le avrebbe comunicate alla stampa direttamente nel pomeriggio in un contesto ideale alla diffusione. Voci di corridoio parlano di un avvicendamento in panchina, con Antonio Calabro che lascerebbe il timone per motivi personali e il vice Alberto Villa pronto alla promozione a primo allenatore. Un’indiscrezione, quest’ultima, non confermata ma nemmeno smentita dalla società, contattata ieri in tarda serata e che ha chiesto di rimandare ogni discorso all’incontro allo stadio.

Samuele Sansonetti


Condividi la notizia:
20 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR