--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Corchiano - A San Giovenale molti volontari stanno riportando alla luce un insediamento rupestre di epoca falisca

Conclusa la 27esima campagna di Ricerca archeologica

Condividi la notizia:

Corchiano - La 27esima campagna di Ricerca archeologica

Corchiano – La 27esima campagna di Ricerca archeologica

Corchiano - La 27esima campagna di Ricerca archeologicaCorchiano - La 27esima campagna di Ricerca archeologica

Corchiano – La 27esima campagna di Ricerca archeologica

Corchiano - La 27esima campagna di Ricerca archeologica

Corchiano – La 27esima campagna di Ricerca archeologica

Corchiano - La 27esima campagna di Ricerca archeologica

Corchiano – La 27esima campagna di Ricerca archeologica

Corchiano - La 27esima campagna di Ricerca archeologica

Corchiano – La 27esima campagna di Ricerca archeologica

Corchiano - La 27esima campagna di Ricerca archeologica

Corchiano – La 27esima campagna di Ricerca archeologica

Corchiano – Riceviamo e pubblichiamo – Si è conclusa a Corchiano, con una conferenza di presentazione dei risultati degli scavi alla sala Pinacoteca di palazzo San Valentino, la 27esima campagna di Ricerca archeologica, curata dal gruppo Archeologico romano (Gar) in collaborazione con il comune di Corchiano e sotto la direzione della soprintendenza archeologia, Belle arti e paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’etruria meridionale.

Per il quarto anno consecutivo la ricerca si è concentrata sul sito di San Giovenale, dove tantissimi volontari provenienti dalle diverse regioni italiane e soprattutto dall’estero, con passione, impegno e rigore scientifico, stanno riportando alla luce un insediamento rupestre di epoca falisca di piccole dimensioni, ma estremamente importante sia dal punto di vista scientifico che in ottica di futura valorizzazione del territorio.

Si tratta al momento della più importante testimonianza attribuibile con certezza all’epoca falisca (IV-metà III secolo a.C.) e per questo unico cantiere di ricerca archeologica attivo oggi in Italia sulla civiltà falisca.

Questo sito archeologico ha per Corchiano una straordinaria valenza storica, in quanto testimonia con certezza l’evoluzione del modo di vivere in epoca falisca, in uno spazio ristretto e ben definito, di un piccolo sito rupestre satellite, ma completamente autonomo rispetto ai grandi centri di Corchiano e di Faleri.

Ne sono testimonianza le diverse tipologie di costruzione dell’insediamento, le modalità di raccolta delle acque, la tessitura delle stoffe con telai in legno e i tanti pesi ritrovati, la realizzazione del vasellame in terracotta, l’allevamento del bestiame e soprattutto la coltivazione agricola delle terre, anche attraverso straordinarie opere idrauliche di sollevamento delle acque, come quelle del più conosciuto ponte del Ponte, che davano vita ai cosiddetti “prata”, aree agricole particolarmente fertili.

Questo lavoro di studio e ricerca è parte integrante e sostanziale di un progetto più ampio e ambizioso, quello del museo diffuso di Corchiano, un unicum che lega insieme i due monumenti naturali di Corchiano, il parco delle Forre e Pian Sant’Angelo-oasi del wwf, uniti insieme dell’antico tracciato della via Amerina a nord e dall’antica via Cava della Madonna delle Grazie, che chiude il percorso ai piedi del borgo di Corchiano sospeso sull’antica rupe tufacea.

Un circuito di straordinaria bellezza, dove in pochi chilometri quadrati è racchiuso un patrimonio naturalistico, ambientale, storico, archeologico e artistico di inestimabile valore e dove è possibile ammirare l’evoluzione della storia dell’uomo, dai suoi primi insediamenti in grotte paleolitiche fino ai giorni nostri.

Un ringraziamento sentito al Gar e in particolare a Riccardo La Farina e Federico Gentile per il coordinamento e ai tantissimi volontari, ragazze e ragazzi fantastici, che con il loro lavoro e la loro passione ogni anno rendono possibile tutto questo. 

 Comune di Corchiano


Condividi la notizia:
11 agosto, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR