--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - La consigliera, passata dal Pd al gruppo misto, sembra avere molti punti in comune con il partito di Giorgia Meloni

Cosa ‘lega’ Martina Minchella a Fratelli d’Italia?

Condividi la notizia:

Viterbo - Martina Minchella

Viterbo – Martina Minchella

Viterbo – Cosa ‘lega’ Martina Minchella a Fratelli d’Italia? Da un po’ la consigliera comunale passata da Pd al gruppo misto sembra avere punti in comune con il gruppo di Giorgia Meloni.

E’ del 9 agosto un post di Facebook in cui scrive: “Questa mattina –  si legge – seguendo l’esempio di molte altre città d’Italia abbiamo depositato insieme al gruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale una mozione per impegnare l’amministrazione a scoraggiare l’uso della plastica monouso presso tutte le sedi comunali e negli eventi, feste e sagre con il patrocinio del Comune di Viterbo, anche attraverso una premialità del 20% all’interno del regolamento per la concessione dei contributi per quelle iniziative che prevedono il non utilizzo della plastica. #ambiente#tutela #salute#plasticfree#Viterbo”.

Ma non solo. Il 25 luglio sposava una delle battaglie portate avanti da Giorgia Meloni e cioè quello dell’obbligo di seggiolini salvabebè annunciando di aver “depositato in Comune a #Viterbo una mozione per prevedere contributi per le famiglie per l’acquisto di seggiolini salvabebè. La #sicurezza dei #bambini al primo posto“.

Poi il riferimento alla vicenda di Sandro Gozi che è stata affrontata più volte da FdI che a fine luglio poi aveva inviato una lettera al presidente del consiglio Conte per chiedere che Gozi, già sottosegretario alla presidenza del consiglio del governo Renzi, rinunciasse alla sua nuova carica presso il governo francese di Macron. Pena: la revoca della cittadinanza italiana.

In merito scrive Minchella: “Tiene banco la vicenda di Sandro Gozi, autorevole ex esponente del mio ex partito a quanto pare fresco fresco di incarico nel governo francese, tiene banco tra molti, ma non tra tutti, non tra chi si è risentito e scandalizzato per l’uscita di una trentenne da un partito che è una trincea quotidiana dove volano botte da orbi, ma che tace su un ex sottosegretario agli affari europei in Italia che oggi presta la propria attività nel governo francese. #paradossi #silenziassordanti #politicanazionale anzi #internazionale”.

E infine, la condivisione di un intervento della Meloni sul tema dell’allattamento: “Sull’ “onda da surfare”, ci sono i temi e la loro condivisione, indipendentemente dagli schieramenti politici. Il diritto di poter allattare e continuare ad essere donne impegnate nella propria attività, il sostegno alla pratica dell’allattamento materno che non deve mai mancare, il supporto alla maternità, bene aver portato il tema in Parlamento. #aspettandolaSAM #allattamentomaterno #maternità #noallebattaglieideologiche #sìalconfrontosuitemi”.

Che si tratti del preludio di un avvicinamento di Minchella a FdI? Dopo che, abbandonando il Pd, su di lei erano già circolate voci di un passaggio alla Lega, che, di fatto, non c’è mai stato.


Condividi la notizia:
14 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR