--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Un traffico di droga che da Roma arrivava nella Tuscia è stato sgominato dai carabinieri della stazione di Orte

Una fabbrica di marijuana nel garage di casa gestita da due fratelli

di Elisa Cappelli
Condividi la notizia:

Orte - Carabinieri - Sequestrati 75 chili di droga

Orte – Carabinieri – Sequestrati 75 chili di droga

Orte - Carabinieri - Sequestrati 75 chili di droga

Orte – Carabinieri – Sequestrati 75 chili di droga

Orte – Una fabbrica di marijuana nel garage di casa.

Era stata allestita da due ragazzi di Roma di 20 e 24 anni arrestati dai carabinieri. Nel garage avevano oltre 75 chili di marijuana, due piante di marijuana in piena fioritura, un sistema di irrigazione e uno di imballaggio della droga.

Una macchina ben organizzata e ben oliata che è stata fermata grazie a un’intuizione dei carabinieri della stazione di Orte che, dopo un semplice controllo in strada, hanno scoperchiato il sistema di spaccio.

La vicenda risale a un paio di giorni fa, quando i carabinieri si trovavano nei pressi del casello di Orte per dei normali controlli.

Ma i militari, insospettiti da un atteggiamento di due giovani di 24 anni romani che alla vista dei carabinieri si sarebbero vistosamente innervositi, hanno deciso di controllare la macchina dove si trovavano a bordo.

All’interno dell’auto hanno trovato 4 grammi di hashish e 3 grammi di marijuana chiusi in alcuni barattoli.

Da lì le forze dell’ordine hanno fatto partire un’attività investigativa per capire se i due 24enni potessero avere altra droga o se l’avessero comprata da qualcun’altro.

Le indagini hanno portato i carabinieri fino a Roma dove sono riusciti a trovare i fornitori della droga dei due giovani controllati a Orte.

Si tratta di due fratelli di 20 e 24 anni romani. La loro casa è stata perquisita dai militari che hanno trovato circa un chilo di droga tra hashish e marijuana. La droga era già divisa in barattoli, 25 per l’esattezza. La stessa tipologia di barattoli in cui era contenuta la droga trovata nella macchina dei due giovani a Orte.

Il giorno successivo alla perquisizione c’è stato il rito di direttissima che ha confermato l’arresto dei due, finiti ai domiciliari.

Ma i carabinieri della stazione di Orte non si sono fermati e hanno continuato ad indagare sulla questione.

I militari sono, quindi, riusciti ad arrivare ai fornitori dei due arrestati, altri due fratelli di 19 e 23 anni, anche loro originari di Roma, che sono subito stati sottoposti a perquisizione domiciliare. Nella loro abitazione le forze dell’ordine hanno trovato un barattolo di droga.

La perquisizione dei militari si è estesa anche al garage di casa dove hanno trovato una fabbrica della droga. Un vero e proprio traffico a gestione familiare.

Dentro al garage i carabinieri hanno rivenuto oltre 75 chili di marijuana già confezionata e pronta per essere distribuita, due piante di marijuana in piena fioritura collegate a un sistema di irrigazione, un sistema per l’imballaggio e un panetto di hashish di circa due etti.

Anche loro sono stati arrestati e messi ai domiciliari.

Elisa Cappelli


– Inviavano droga nella Tuscia, trovati con oltre 75 chili di marijuana


Condividi la notizia:
11 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR