--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Un casco in testa, scritte e cartacce dappertutto - Così è stato ridotto il monumento del maestro Alessio Paternesi - FOTO

I facchini di piazza della Repubblica trasformati in autonomi…

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Condividi la notizia:


Viterbo – Sembra un autonomo, uno di quei manifestanti che negli anni ’70 del secolo passato si scontrava con la polizia. Invece è un facchino del monumento in piazza della Repubblica a Viterbo.

Il monumento è dedicato ai facchini della macchina di Santa Rosa, fortemente voluto dal Sodalizio, quando Nello Celestini era presidente, e opera del maestro Alessio Paternesi. Per realizzarlo si impegnarono politici, istituzioni e diocesi. Anche la Regione Lazio di Piero Badaloni fece la sua parte con tanto di finanziamento.


Viterbo - Il monumento dedicato ai facchini di Santa Rosa

Viterbo – Il monumento dedicato ai facchini di Santa Rosa


Il monumento ai facchini è diventato oggi un ricettacolo di plastica, cartacce e scritte col pennarello. Ieri pomeriggio uno dei facchini aveva in testa un casco. Come un autonomo. Mancava solo il volto coperto da un fazzoletto. Poi il quadretto era completo.


Viterbo - Il monumento dedicato ai facchini di Santa Rosa

Viterbo – Il monumento dedicato ai facchini di Santa Rosa


Girando poi attorno al monumento si notano tutta una serie di scritte, gomme da masticare appiccicate alla scultura e bicchieri di carta buttati qua e là.


Viterbo - Il monumento dedicato ai facchini di Santa Rosa

Viterbo – Il monumento dedicato ai facchini di Santa Rosa


“Ciao” e “Vaffanculo” sono i graffiti che subito saltano agli occhi. Infine un’altra scritta. Proprio sotto la “pancia” del monumento ai facchini. “Oggi doveva proprio piove. Dio…”. Con una data. Due luglio 2011. 

Daniele Camilli


Fotogallery: Come è stato ridotto il monumento ai facchini di Santa Rosa


Condividi la notizia:
7 agosto, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR