--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - Confesercenti fa il punto sulla situazione delle imprese turistiche

Ferragosto, nella Tuscia vacanze lampo e prenotate all’ultimo momento

Condividi la notizia:

Vincenzo Peparello (Confesercenti)

Vincenzo Peparello (Confesercenti)

Viterbo – Ferragosto, nella Tuscia vacanze lampo e prenotate all’ultimo momento.

La crisi non guasta le vacanze di Ferragosto degli italiani: per il ponte di quattro notti tra il 14 ed il 18 agosto è stato riservato l’87% delle camere disponibili, con punte del 95% per le località balneari. Una prospettiva incoraggiante per le imprese turistiche italiane, che avevano puntato proprio sulla settimana di Ferragosto per recuperare una parte delle difficoltà registrate nei precedenti mesi della stagione estiva.

È quanto emerge dall’indagine del centro studi turistici per Assoturismo Confesercenti sulla saturazione dell’offerta ricettiva nazionale disponibile online per i giorni centrali di agosto, condotta sui principali portali delle agenzie di viaggio online (Booking.com, Trivago, Expedia, Airbnb).

Si confermano anche quest’anno, dunque, i buoni risultati registrati nello stesso periodo del 2018, quando il tasso di saturazione si fermò all’88%. Oltre alle località balneari, si registrano risultati positivi anche per le località di lago, con il 92% delle camere prenotate, e per le destinazioni montane, dove i tassi di occupazione media si assestano intorno al 91%. Un buon recupero di prenotazioni si rileva pure per le strutture delle località termali e del benessere che segnano il 71% di saturazione.

Emerge invece un trend di leggera diminuzione per le strutture delle località collinari e rurali (84%) e delle città d’arte (71%). Sono soprattutto le principali città d’arte italiane ad accusare le flessioni più significative da parte della domanda internazionale, anche di circa 10 punti in meno. Tra le regioni, le più prenotate sono la Sardegna, la Liguria e il Trentino-AltoAdige (93% della disponibilità già riservata). A seguire troviamo le Marche e la Puglia con il 92%, mentre la Valle d’Aosta e l’Abruzzo segnano il 90% di saturazione.

“Concentrandosi maggiormente sugli andamenti della provincia di Viterbo – afferma Vincenzo Peparello, presidente di Confeserceti Viterbo – complici le chiusure di gran parte delle attività produttive, agosto resta il mese dove si concentrano le vacanze degli italiani. In generale, questo mese stimiamo di aver raggiunto 83 milioni di presenze nelle strutture ricettive, pari ad oltre il 40% dell’intero trimestre estivo. Una domanda turistica interna positiva, anche se è difficile recuperare completamente la stagione dopo il rallentamento di giugno e luglio. Preoccupa moltissimo l’indebolimento della domanda, da parte dei stranieri per le nostre città d’arte, un fenomeno importante da prendere seriamente in considerazione e quindi da monitorare”.

Alle dichiarazioni di Vincenzo Peparello si uniscono quelle di Mario Pusceddu, titolare di alcune strutture e componente della consulta del Turismo di Tarquinia per Confesercenti- commentando l’andamento delle prenotazioni nella provincia di Viterbo, per l’indagine per questo particolare periodo di ferragosto e dichiara “che è diverso dalle stagioni passate, nello specifico, avvengono tutte all’ultimo momento, con un calo dei giorni di presenza che si attesta mediamente sui 1,8 gg; con un forte incremento delle prenotazioni effettuate attraverso le Ota. Inoltre i consumi dei turisti, pranzi, centro benessere, degustazioni hanno subìto un sensibile riduzione, quindi ridotta anche la spesa procapite, fuori dal costo del soggiorno di circa il 10/15% rispetto alla stagione passata.   

Anche gli operatori delle zone del lago di Bolsena affermano che anche qui l’andamento rispecchia le prenotazioni nazionali, quindi una minore permanenza media rispetto al passato, nelle strutture extra-alberghiere le prenotazioni sono consolidate all’ultimo minuto, facendo registrare il tutto esaurito per le giornate di ferragosto, con la speranza che possano confermare le presenze anche nelle giornate successive, per un soggiorno più lungo nella nostra bellissima provincia.

Confesercenti Viterbo


Condividi la notizia:
14 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR