--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Lampedusa - Richard Gere interviene nella conferenza stampa, organizzata dall'associazione non governativa Open arms

“Gli italiani sono cambiati”

Condividi la notizia:

Lampedusa - La foto di Open Arms sull'arrivo di Richard Gere e sull'aiuto che sta dando all'associazione

Lampedusa – La foto di Open Arms sull’arrivo di Richard Gere e sull’aiuto che sta dando all’associazione

Lampedusa – Si è da poco conclusa la conferenza stampa di Open arms, la ong spagnola che si trova davanti alle coste di Lampedusa da nove giorni senza ricevere l’autorizzazione allo sbarco in alcun porto del Mediterraneo.

Presenti Richard Gere e Chef Rubio. L’attore e attivista statunitense era a Lampedusa già da ieri. Richard Gere era salito sull’imbarcazione spagnola che ieri aveva a bordo 121 migranti salvati nei giorni scorsi. 

“Gli italiani sono cambiati”, ha detto Richard Gere intervenendo in conferenza stampa.

Rispondendo poi a una domanda su Matteo Salvini, l’attore ha detto: “Non sono interessato a Salvini, i politici invece di aiutare queste persone le demonizzano e questo deve finire e può finire se lo facciamo finire noi. Il mio unico interesse è aiutare questa gente. Basta”.

Poi il racconto delle testimonianze raccolte a bordo nella nave spagnola. “Ho sentito storie orribili di donne – ha detto –. I migranti a bordo della nave hanno tutti toccato il mio cuore. Ho parlato con un gruppo di donne: una nonna, con la figlia e i nipotini e la loro storia è orribile. Hanno minacciato di fare del male al resto della famiglia se la mamma dei bambini non si fosse concessa sessualmente più volte e lei si è sacrificata”.

E poi la conclusione: “A differenza di quello che dicono i politici, i governi e qualche giornale, la maggior parte dei migranti sono cristiani”.

La notte scorsa la nave spagnola ha messo in salvo altri 39 migranti. Ad annunciarlo su Twitter il responsabile della ong, Oscar Camps, specificando che l’operazione è avvenuta in “acque internazionali” e che “nel frattempo, continuiamo ad attendere un porto sicuro dove attraccare”. 

Ora a bordo dell’imbarcazione della ong sono in 160, compresi i 121 soccorsi ormai 9 giorni fa.

A chiedere l’intervento di Open Arms è stata Malta, ma ora La Valletta si è detta disponibile ad accogliere solo i 39 migranti salvati la notte scorsa e di non essere disponibile per gli altri 121 migranti. 


Condividi la notizia:
10 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR