--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Omicidio del capo ultrà della Lazio - Prima dell'accordo tra la famiglia Piscitelli e la questura della Capitale, la curva nord della Viterbese si era resa "totalmente disponibile nell'eventualità di poter svolgere le esequie nella nostra città"

I funerali di Diabolik a Roma, salta l’ipotesi Viterbo

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Condividi la notizia:

Fabrizio Piscitelli

Fabrizio Piscitelli

Viterbo – I funerali di Diabolik, il capo ultrà della Lazio, si terranno a Roma. La famiglia di Fabrizio Piscitelli e la questura di Roma hanno trovato un accordo, dopo il no alle esequie pubbliche per “motivi di ordine pubblico”.

Funerali pubblici, giovedì alle 15 al santuario del Divino Amore nella Capitale, ma a numero chiuso: massimo cento persone.

Prima dell’accordo, la famiglia del capo degli Irriducibili, ucciso con un colpo di pistola il 7 agosto nel parco degli Acquedotti, aveva ipotizzato di portare il feretro di Diabolik fuori dalla giurisdizione del questore di Roma e dove l’ordinanza che vietava il funerale pubblico non avrebbe avuto più valore.

Si era pensato anche a Viterbo, dove funziona il forno per le cremazioni. La salma di Piscitelli, infatti, dopo le esequie dovrà essere cremata, così come da sua volontà espressa in vita. Sempre prima dell’accordo tra la famiglia di Diabolik e la questura di Roma, gli ultrà della Viterbese si erano resi “totalmente disponibili nell’eventualità di poter svolgere il funerale nella nostra città”. In un post sulla pagina Facebook U.S. Viterbese 1908 si legge: “La curva nord Viterbo si rende totalmente disponibile, alla famiglia e agli amici, nell’eventualità di poter svolgere il funerale nella nostra città. Ognuno ha diritto di poter essere salutato per l’ultima volta”.

Nel Viterbese, e più precisamente in una villa di Nepi, si era già tenuto il ricevimento di matrimonio della figlia di Piscitelli, la cui funzione è stata celebrata all’Ara Coeli, la basilica sul colle del Campidoglio. Dopo l’omicidio di Diabolik, gli investigatori stanno passando al setaccio anche la lista di invitati alle nozze, che si sono svolte a luglio.

Secondo gli inquirenti, quel matrimonio potrebbe nascondere dettagli utili per comprendere relazioni e rivalità che hanno caratterizzato l’ultimo periodo di vita dell’Irriducibile. La cerimonia, stando alle testimonianze, sarebbe stata lussuosa. Il Corriere della Sera parla di “presenza di bodyguard in completo nero, dotati di auricolari per interloquire fra loro e ben distribuiti fra le centinaia di invitati”. E di “Lamborghini a bordo delle quali sono stati avvistati alcuni appartenenti alle famiglie dei Casamonica, una partecipazione vistosa”.


Articoli: Diabolik, si ipotizza il funerale a Viterbo – Omicidio di Diabolik, si indaga sul matrimonio della figlia celebrato a Nepi – Il capo ultrà della Lazio Diabolik ucciso con un colpo di pistola alla testa


Condividi la notizia:
18 agosto, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR