--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Comune - Maria Chiara Brenciaglia (Viterbo 2020) contro le due ipotesi

“Marini o Muroni all’Ambiente, la giunta Arena continua imperterrita nel segno della peggiore tradizione”

Condividi la notizia:

Maria Chiara Brenciaglia

Maria Chiara Brenciaglia

Viterbo – “Marini o Muroni all’Ambiente, la giunta Arena continua imperterrita nel segno della peggiore tradizione”. Maria Chiara Brenciaglia (Viterbo 2020) scongiura l’ipotesi. La discussione sulla delega all’Ambiente non va in vacanza.

“Se fossero verificate – dice Brenciaglia – le indiscrezioni che vedono Marini, o Muroni, responsabili dell’ambiente, a gestire il prossimo appalto dell’igiene urbana, avremmo l’ennesima conferma che la giunta Arena continua imperterrita nel segno della peggiore tradizione, soprattutto per quel che riguarda la gestione dei rifiuti e la delicata delega all’ambiente. Tema mai tanto importante come in questo periodo.

Arena torna a fare il nome di Marini, ex assessore all’ambiente in comune nel 1997, quando si iniziava a parlare ai piani alti di Monterazzano come luogo in cui far sorgere la discarica, scelta già da allora fortemente contestata dai cittadini, poi realizzata con Marini presidente della Provincia dal 1997 al 2005. Gli stessi, poi, in veste di sindaco e assessore all’ambiente sono stati firmatari del contratto con la Viterbo Ambiente”.

Brenciaglia sottolinea un aspetto: “Ventidue anni di malagestione sulle spalle dei cittadini, che scontano la presenza di una discarica e di un impianto Tbm sul proprio territorio, una raccolta differenziata inefficiente e oltremodo cara per il servizio scadente reso, il continuo arrivo dei rifiuti romani e reatini, evidentemente non sono bastati”.

Per Brenciaglia: “si torna a fare gli stessi nomi: Viterbo si attende discontinuità e competenza in materia, ma ottiene come risposta reiterazione e pressappochismo. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico”.


Condividi la notizia:
11 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR