--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il saluto dell'istituto Paolo Savi alla dirigente a conclusione della sua carriera

“Patrizia Gaddi sa cosa vuol dire insegnare, educare, investire nel futuro delle nuove generazioni”

Condividi la notizia:

Maria Patrizia Gaddi

Maria Patrizia Gaddi

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Volge a conclusione, degnissima, la lunga carriera trascorsa nel mondo della scuola, prima come insegnante, poi come preside, della professoressa Maria Patrizia Gaddi.

Un’esperienza educativa che ha visto crescere negli studi e nella vita generazioni di studenti.

Il personale docente e non docente dell’istituto Paolo Savi di Viterbo desidera rivolgere alla preside i migliori auguri per il traguardo raggiunto, con l’auspicio che la collaborazione possa continuare per la crescita della comunità scolastica e territoriale.

Cara preside, sembrano volati questi 10 anni insieme, anni in cui la scuola ha riempito la sua vita, con passione, impegno, tenendo costantemente alta la dedizione alle istituzioni, al senso del dovere, alla motivazione al servizio e, soprattutto, al rinnovamento didattico ed amministrativo.

La sua attitudine verso tutto ciò che è innovativo ha indotto una vera rivoluzione all’interno del nostro istituto che è divenuto un punto di riferimento per la formazione di eccellenza, la ricerca, la qualità, la cooperazione internazionale.

La sua instancabile attività ci ha sostenuto, profondendo sicurezza nei momenti delicati di cambiamento, che con parsimonia e tenacia si sono via via realizzati, superando, grazie a lei, resistenze e difficoltà del caso.

Le sue apprezzate competenze manageriali, il suo ideale di una scuola equa ed inclusiva, capace di offrire a tutti gli alunni pari opportunità nell’apprendimento formativo, sono state una costante linea di condotta, così come la sua attenzione alla promozione della cultura del territorio e del senso di appartenenza alla comunità, non solo locale.

Lei sa cosa vuol dire insegnare, educare, investire nel futuro delle nuove generazioni.

Ancor di più, tuttavia, non dimenticheremo il rapporto di empatia che ha saputo instaurare con tutti gli operatori.
Lei ha creduto e crede fermamente nei linguaggi extra-verbali, senza mai allontanarsi dalla mission della scuola che è quella di tenere alto il bisogno di cultura, di cui si avverte la profonda necessità.

E’ stata sempre disponibile all’ascolto, cercando di rispondere concretamente alle esigenze di tutti, presente in ogni situazione, anche quando poteva e doveva perdere la pazienza.

E’ raro trovare una Preside che conosca i nomi di tutti i suoi ragazzi, che si preoccupi di loro individualmente, che dia a tutti la parola.

Ci ha insegnato i valori fondamentali per affrontare ogni ostacolo ma, soprattutto, a sorridere alla vita e a guardarla in faccia, sfidandola.

Con tutta la nostra gratitudine Le auguriamo un nuovo e gioioso inizio, per coltivare con serenità e pienezza le Sue molteplici passioni, lasciando qualche spazio, perché con queste righe Le rivolgiamo la richiesta di continuare ad essere ancora preziosa per la crescita della nostra comunità.

Con immutato affetto.

I docenti e il personale tutto dell’Istituto “Paolo Savi”


Condividi la notizia:
30 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR