--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tarquinia - La Asl Viterbo ringrazia per le segnalazioni, risponde a Silvia Melchionna e ammette "un difetto di comunicazione con l’utente"

“Il paziente non è stato invitato a rivolgersi a un altro ospedale, ma si è allontanato spontaneamente”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Tarquinia - L'ospedale

Tarquinia – L’ospedale

Tarquinia – Riceviamo e pubblichiamo – In merito alla lettera inviata al quotidiano online Tusciaweb, il 21 agosto, circa i fatti accaduti al pronto soccorso di Tarquinia, la Asl di Viterbo interviene con alcune, doverose, precisazioni.

A seguito di quanto riferito nella lettera, la direzione sanitaria aziendale ha tempestivamente attivato un’indagine interna al fine di acquisire tutti gli elementi utili per chiarire i fatti avvenuti.

Il paziente accedeva al pronto soccorso di Tarquinia alle 21,28 e gli veniva attribuito il codice triage verde: soggetto in condizioni di urgenza differibile (affetto da forma morbosa di grado lieve), trattandosi di piccolo corpo estraneo a livello tonsillare, senza compromissione delle vie respiratorie. Pertanto il sistema di presa in carico si era prontamente attivato.

Nelle stesse ore erano presenti al pronto soccorso numerosi pazienti alcuni di questi in condizione di urgenza grave (sette codici gialli), pertanto l’attesa del figlio della signora si protraeva in considerazione di ciò, e pur tuttavia veniva costantemente monitorato come da prassi.

Appare evidente, quindi, che il paziente non è stato invitato a rivolgersi in un’altra struttura ospedaliera, ma come risulta dal verbale di pronto soccorso, si è allontanato spontaneamente.

E’ doveroso sottolineare che il pronto soccorso di Tarquinia, è dotato di tutta la strumentazione chirurgica necessaria in casi di questo genere.

Pur tuttavia è stato rilevato dalla direzione sanitaria aziendale, un difetto di comunicazione con l’utente, con una percezione errata della realtà dei fatti così come avvenivano, per il quale l’azienda si scusa comunicando altresì, che ha già convocato i sanitari coinvolti presso gli uffici della direzione sanitaria aziendale, invitandoli ad esercitare una diversa e corretta modalità di comunicazione con i cittadini che afferiscono al pronto soccorso.

La Asl di Viterbo, come sempre, ringrazia delle segnalazioni, che contribuiscono ad intraprendere un percorso che ci impegna tutti a garantire qualità ed equità, con la convinzione che non lasceremo che la salute sia un bene solo per pochi.

Asl di Viterbo


La segnalazione di Silvia Melchionna: “Parte di gambero nella gola di mio figlio, al pronto soccorso ci hanno detto: “Non sappiamo che fare””


Condividi la notizia:
24 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR