--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Bando periferie - L'assessore all'Urbanistica Claudio Ubertini (Lega) replica ad Alvaro Ricci (Pd) che lamentava il fatto che la pratica della variante al piano regolatore non fosse più stata portata in consiglio

“Raddoppio della Cassia, adottate scelte tecniche più rapide”

di Paola Pierdomenico

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Condividi la notizia:

Viterbo - Claudio Ubertini

Viterbo – Claudio Ubertini

Viterbo – “Variante al piano regolatore, la prima parte del percorso è conclusa. Noi abbiamo fatto scelte tecniche diverse ai sensi dell’articolo 19 della legge 327 del 2001 che ci permetteranno di avere tempistiche più rapide e in linea con le esigenze del bando delle periferie”. Sul raddoppio della Cassie a non solo l’assessore all’Urbanistica Claudio Ubertini (Lega) interviene dopo le sollecitazioni del consigliere Pd Alvaro Ricci.

“Con Ricci – dice Ubertini – ho un ottimo rapporto per cui lo ringrazio, e non con ironia, ma perché è sempre attento in maniera seria su tematiche di interesse comune che solleva facendo un’opposizione costruttiva.

Ben vengano quindi questi interventi che mi danno anche la possibilità di chiarire alcuni aspetti”.

Ubertini li passa in rassegna: “Lamenta il fatto che la pratica della variante al piano regolatore non è più andata in consiglio comunale. C’è da dire però che per quanto riguarda la prima parte del percorso il consiglio l’ha conclusa con l’approvazione anche delle osservazioni che sono state parzialmente accettate con la delibera n. 37 del 2018. 

In tutto questo contesto, poi, sono sorte una serie di problematiche per questa strada per cui, non solo c’è la necessità della Vas, Valutazione ambientale strategica, ma essendo un’arteria urbana secondaria, c’è anche l’assoggettabilità alla Via, valutazione di impatto ambientale, che è sempre di competenza della Regione.

Sono due procedure che hanno tempi lunghi e ci mettono in difficoltà con quello che è il cronoprogramma del piano delle periferie”.

Spiega ancora l’assessore: “La precedente amministrazione, dopo una serie di considerazioni, ha fatto un percorso perché c’era una variante al piano regolatore. Noi abbiamo fatto delle scelte tecniche diverse e, proprio per questo, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 19 della legge 327 del 2001, gli uffici hanno ritenuto di dover iniziare un nuovo iter che ci consente di pervenire all’opera pubblica con una tempistica più ridotta e quindi più in linea con le esigenze del bando. Quel percorso dunque sta andando avanti, ma noi, allo stesso tempo, stiamo facendo quest’altra procedura che è più rapida specie quando dobbiamo attenerci a determinate scadenze”.

Sull’ufficio speciale, invece: “ci lavorano due unità di lavoro a tempo determinato. Si tratta di due professionisti giovani e ambiziosi, che stanno, in pieno e con grande soddisfazione, rispondendo a ogni necessità e stanno procedendo alla definizione delle pratiche per la prima fase di progettazione e si sono anche attivati per la rimodulazione del nuovo cronoprogramma, così come è stato richiesto dal consiglio dei ministri. Riteniamo che il loro lavoro che stanno svolgendo sia di ottima qualità e ci stanno dando un grosso supporto”.

Infine, “prendo atto – dice Ubertini – delle sollecitazioni di Ricci, credo comunque che stiamo facendo la nostra parte. Produrremo il nuovo cronoprogramma entro fine mese anche alla luce delle nuove scelte fatte e speriamo che si riesca a portarlo a termine in buona parte. Attendiamo il 6 settembre. Credo che Ricci possa comprenderle dall’alto della sua esperienza e della sua obiettività perché sono convinto che operi sempre per il bene e non per il male della città”.

Paola Pierdomenico


Condividi la notizia:
17 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR