--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Brasilia - Intanto non si placa lo scontro a distanza tra Bolsonaro e il presidente francese Macron

Roghi in Amazzonia, il Brasile manda l’esercito

Condividi la notizia:

Brasile - Roghi in Amazzonia

Brasile – Roghi in Amazzonia

Brasile - Roghi in Amazzonia

Brasile – Roghi in Amazzonia

Brasile - Roghi in Amazzonia

Brasile – Roghi in Amazzonia

Brasile - Roghi in Amazzonia

Brasile – Roghi in Amazzonia

Brasile - Roghi in Amazzonia

Brasile – Roghi in Amazzonia

Brasilia – Roghi in Amazzonia, il Brasile manda l’esercito. Mentre si accende sempre più lo scontro tra Bolsonaro e Macron, il presidente del paese sudamericano conferma l’intenzione di inviare l’esercito per fare fronte agli incendi che stanno devastando la più grande foresta pulluviale del mondo.

A quanto scrive la Folha de S. Paulo, gli incendi sono cresciuti dell’83% rispetto al 2018: in tutto, i roghi registrati sono stati finora 72.843 e hanno colpito soprattutto aree private, ma anche riserve naturali e campi di proprietà delle popolazioni indigene.

In Brasile la polemica è divampata con lo scambio di accuse reciproche tra le Ong ambientaliste che imputano al presidente Jair Bolsonaro di promuovere la distruzione della foresta per motivi economici e Bolsonaro che indica le stesse organizzazioni ambientaliste come responsabili degli incendi. Oggi, giornata di mobilitazione globale per gli ambientalisti con lo slogan Sos Amazzonia.

La procura federale del Brasile, intanto, ha annunciato l’avvio di un’inchiesta sugli incendi in Amazzonia. L’inchiesta, è stato spiegato, sarà per determinare se si sia vigilato in modo adeguato, se si sia dato sufficiente sostegno alle agenzie che proteggono l’ambiente ed anche se ci sia un’azione coordinata da parte di agricoltori ed allevatori. L’inchiesta partirà dallo stato di Parà a seguito dei dati “allarmanti” nella regione, dove la deforestazione è aumentata del 50% e, in modo speculare, è aumenta del 50% la superficie destinata all’agricoltura. 

Scontro su Twitter, invece, fra Emanuel Macron e Jair Bolsonaro sulla protezione dell’Amazzonia. Il presidente francese ha lanciato l’allarme sulla “crisi internazionale” che rappresentano gli incendi in Brasile, chiedendo al G7 di iscrivere la questione all’agenda del suo vertice, ma il suo collega brasiliano lo ha accusato di cedere al “sensazionalismo” per “interessi politici personali”, dimostrando inoltre una “mentalità colonialista.

Secondo il presidente francese Emmanuel Macron nel frattempo Bolsonaro, ha “mentito” sul suo impegno a favore dell’ambiente ed ha annunciato che, date le condizioni, la Francia si opporrà al trattato di libero scambio Ue-Mercosur.

Lo rende noto l’Eliseo. “Tenuto conto dell’atteggiamento del Brasile in queste ultime settimane, il presidente della repubblica non può che constatare che il presidente Bolsonaro ha mentito al vertice del G20 di Osaka, dato che “ha deciso di non rispettare i suoi impegni climatici né di impegnarsi sul fronte della biodiversita’”, si legge nella nota della presidenza francese. 


Condividi la notizia:
23 agosto, 2019

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR