--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Il lettore Rocco Bruno replica al consigliere della Lega Valter Rinaldo Merli

“Si scordi la segnaletica turistica e di limitare le altrui libertà”

Condividi la notizia:

Valter Rinaldo Merli

Valter Rinaldo Merli

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Premesso che di portare addirittura un attacco politico ad un consigliere della Lega di Viterbo, mi importa meno di nulla, la invito a darsi meno importanza.

E’ vero, io ho parlato di espropri non lei, l’unica cosa da fare se vuole fare la pista. Io ho letto il suo articolo e deduco che lei, evidentemente ha problemi con la lingua Italiana.

Le cito “testualmente” dal suo articolo: “Salvaguardiamo il giro della Capretta. Storico luogo per chi… In attesa che in zona sia realizzata una pista ciclabile”. Ed ancora nel suo articolo parla di “una prima tutela dell’area, in attesa della pista ciclabile che arriverà poi”.

Lei come interpreta uno scritto simile che la pista ciclabile la farà sulla Cassia o qui? Non cerchi di insultare la mia intelligenza.

Poi ancora, “il traffico alle auto potrebbe essere limitato ai soli residenti, proprietari di fondo ed altri”. Lei è chiaro non conosce lo “storico giro” che interessa strada Capretta e Strada Piscin di polvere. Quindi limitando il traffico nel giro io potrò invitare chi mi pare e piace a casa mia quando consentito dal regolamento e date imposte dal comune?

Lei vorrebbe o intenderebbe per parte dell’anno limitare la libertà di movimento mia, della mia famiglia e di chi vorrebbe venire qui a trovare noi residenti per consentire a non residenti, viterbesi ed anche turisti di venire a passeggiare qui?

Mi scusi se mette la segnaletica turistica è per invogliare i turisti a vedere lo “storico giro”. Ma si rende conto di cosa scrive e di cosa parla o parla a vanvera. Lei parla di mettere segnaletica turistica. Lo ha forse dimenticato?

Se così fosse, si faccia rileggere lentamente da qualcuno ciò che ha scritto. Si scordi la segnaletica turistica e di limitare le altrui libertà. Ma vadano a camminare, correre, pattinare (e sporcare) altrove, al campo da baseball, alla piscina.

Qui magari mandate la polizia locale a multare chi non si comporta da codice della strada visto che qui la polizia locale in genere “è perennemente assente”. E se dovesse entrare od uscire un mezzo di soccorso, per quello non ci sono orari?

Ci aggiorni, così magari ci mettiamo d’accordo noi residenti e ci ammaliamo insieme per farne venire uno solo e non disturbare gli utenti. Io sono tranquillo e non temo espropri non sono possidente. Un consiglio poi, se lei scrive cito testualmente: “Non vogliamo fare atti illeciti in quella zona”, la domanda che nasce spontanea è “Perché li fate?” “E dove?”.

Rocco Bruno


Articoli:  Merli: “Non è in programma nessuna pista ciclabile” –  “La pista ciclabile la faccia attorno a casa sua”


Condividi la notizia:
14 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR