--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Civitavecchia - Polizia - Coniugi traditi dalla videosorveglianza e dai vestiti usati durante i "colpi"

Gli rubano il bancomat e vanno in giro a farci prelievi, coppia nei guai

Condividi la notizia:

Polizia

Polizia

Civitavecchia – Gli rubano il bancomat e vanno in giro a farci prelievi, coppia nei guai. Traditi dalla videosorveglianza e dai vestiti usati durante i “colpi”, sono stati denunciati dal commissariato di Civitavecchia due coniugi di Allumiere, F.N di 25 anni e A.A. di 37, con alle spalle svariati precedenti penali per l’indebito utilizzo di una carta postale ai danni di un citadino locale.

Le indagini, iniziate immediatamente dopo la denuncia sporta dalla persona offesa lo scorso mese di maggio, proseguite attraverso la visione dei numerosi filmati dei circuiti di videosorveglianza degli istituti di credito e postali della zona, hanno permesso di accertare che la coppia aveva effettuato alcuni indebiti prelievi di denaro ai danni del denunciante utilizzando la carta postamat a lui indebitamente sottratta.

Poiché i coniugi erano già noti agli uomini del commissariato a causa dei loro svariati precedenti penali, gli investigatori sono riusciti in breve tempo a risalire alla loro identità e quindi a denunciarli alla procura della repubblica di Civitavecchia per il furto della carta postale e il suo indebito utilizzo.

A conferma di quanto emerso dalle prime indagini, la locale procura, nella persona della pm Allegra Migliorini, delegava l’esecuzione di una perquisizione domiciliare che portava al rinvenimento e sequestro degli indumenti, ripresi dalle telecamere, indossati dalla coppia durante l’esecuzione delle loro condotta illecita. Fatto questo che non lascia più adito a dubbi in ordine alle loro responsabilità per l’episodio in argomento.

In seguito alla vicenda, il commissariato approfitta per ricordare a tutti di custodire con la massima attenzione le carte bancomat o di credito, che andranno sempre tenute separate dal pin e che mai dovranno essere messe a disposizioni dei terzi. Di ricordarsi quando si usano presso gli sportello bancomat pubblici, soprattutto in quegli posti lungo la pubblica via, di coprire i numeri del pin durante la loro digitazione nonché di verificare che non ci siano persone che non rispettano la distanza di sicurezza pronte a spiarci mentre compiamo l’operazione.

In caso di smarrimento e/o furto della carta provvedere a sporgere immediata denuncia presso l’ufficio di pubblica sicurezza più vicino al luogo della constatazione ed a bloccare subito dopo il funzionamento della stessa contattando attraverso il numero verde l’ente emittente (banca o posta). Soprattutto prima di partire per le vacanze, per facilitare gli adempimenti di cui sopra, di annotare il numero della carte e il numero verde della banca o dell’Ufficio postale da contattare subito in caso di furto o smarrimento.

Ricordarsi infine che prima si denunciano tali fatti più elevata è la possibilità di riuscire a prevenire un indebito utilizzo della carta di credito o bancomat.


Condividi la notizia:
1 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR