--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Lampedusa - Il premier Pedro Sanchez: "Il nostro paese agisce sempre nelle emergenze umanitarie" - E in un comunicato della presidenza si legge: "Inammissibile la risposta italiana"

Spagna offre porto a Open arms, “inconcepibile operato di Salvini”

Condividi la notizia:

Nave Open arms

Nave Open arms

Il twitter del premier spagnolo Pedro Sancher

Il twitter del premier spagnolo Pedro Sancher

Lampedusa – La Spagna offre un porto per l’attracco di Open arms: “Sbarcate ad Algeciras”. 

Il premier spagnolo Pedro Sanchez ha annunciato di aver offerto il porto di Algesiras, in Andalusia. “Ho indicato che il porto di Algeciras sia abilitato – scrive il premier su Twitter – per ricevere Open arms. La Spagna agisce sempre nelle emergenze umanitarie. È necessario stabilire una soluzione europea, ordinata e di supporto, che guidi la sfida migratoria con i valori del progresso e dell’umanesimo dell’Ue”.

La ong è da 18 giorni in mare e al momento si trova di fronte al porto di Lampedusa con a bordo 107 persone.

La situazione potrebbe ora cambiare con la Open arms in direzione della Spagna dove poter far sbarcare le persone.

L’Ansa riporta anche una notizia di El Pais dove si legge un comunicato della presidenza spagnola che attacca l’operato del ministro dell’Interno italiano. “L’inconcepibile risposta delle autorità italiane – si legge – e in particolare del suo ministro dell’Interno Matteo Salvini, di chiudere tutti i suoi porti e le difficoltà esposte da altri paesi del Mediterraneo centrale, hanno portato la Spagna a guidare nuovamente la risposta alla crisi umanitaria “. 

Intanto l’ispezione condotta ieri per diverse ore dagli agenti della squadra mobile di Agrigento e da due medici dell’ufficio sanitario marittimo potrebbe accelerare una svolta.

Il procuratore aggiunto Salvatore Vella, nelle prossime ore, valuterà la relazione e deciderà come muoversi.


Condividi la notizia:
18 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR