--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Ha aperto a primavera nel quartiere medievale - A settembre una mostra dedicata agli artisti della città - A gestirlo è lo scultore Massimo Lanzi - FOTO E VIDEO

Un piccolo museo d’arte a San Pellegrino…

di Daniele Camilli
Condividi la notizia:


Viterbo – Un museo d’arte moderna e contemporanea sta pure a Viterbo. Nel quartiere San Pellegrino. Una piccola galleria, figlia del lavoro ventennale di un artista viterbese, lo scultore Massimo Lanzi, e dell’associazione di cui fa parte, che si chiama come il quartiere. San Pellegrino, per l’appunto. Quartiere turistico e medievale. A ridosso del colle del duomo, dove stanno cattedrale e palazzo dei papi.

Il museo è stato inaugurato a marzo. Per vederlo basta prima bussare al civico 32, che sta poco più avanti. Da lì scende Massimo Lanzi che poi vi apre.


Viterbo - Massimo Lanzi

Viterbo – Massimo Lanzi


Trentotto autori, una collezione di opere raccolte nel corso di vent’anni. “Soprattutto alle aste”, come dice Lanzi. Alla fine, tuttavia, un piccolo patrimonio ne è venuto fuori. Da viterbesi di fama internazionale come Cascella e Cesetti, ad autori che hanno fatto la storia dell’arte, come De Chirico e Guttuso che nei salotti viterbesi degli anni ’70 di solito non mancavano mai. Un vero e proprio tratto distintivo di una middle class viterbese venutasi a formare nel secondo dopoguerra.

“Le opere – spiega Lanzi – sono state raccolte nel corso di vent’anni. Prese soprattutto all’asta. Dopo anni abbiamo deciso di aprire un museo d’arte moderna e contemporanea a San Pellegrino. Rivolto in particolare modo ai turisti”.


Viterbo - Un quadro di Guttuso

Viterbo – Un quadro di Guttuso


Due sale, con i quadri alle pareti e alcune sculture lungo il percorso. C’è anche una sedia fatta dall’artista cileno Matta che passò gran parte della sua vita a Tarquinia. Uno degli ultimissimi surrealisti.


Viterbo - Un quadro di De Chirico

Viterbo – Un quadro di De Chirico


Lanzi stesso è un artista. Classe 1940, ha realizzato, tra le altre cose, il monumento in onore del fante Randazzo di Orvieto negli anni ’60 e nel 1975 la rosa d’oro consegnata a Susanna Agnelli come donna dell’anno. 

“Dal 1° al 14 settembre – conclude Lanzi – la galleria ospiterà infine una mostra dedicata agli artisti viterbesi che hanno lavorato a San Pellegrino”.

Daniele Camilli


Multimedia – Fotogallery: Le opere del museo – Video: Il museo d’arte moderna e contemporanea


Condividi la notizia:
20 agosto, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR